Card. Parolin: “Multilateralismo unica via per la pace”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:46

“Il Vaticano nella famiglia delle nazioni”. E’ questo il titolo del libro curato dall’arcivescovo di Asolo mons. Silvano Maria Tomasi, già osservatore permanente della Santa Sede presso l’Onu, in cui si analizza il ruolo diplomatico della Santa Sede alle Nazioni Unite.

Il volume, pubblicato dalla Cambridge University Press, è stato presentato venerdì sera alla residenza dell’ambasciatore degli Stati Uniti presso la Santa Sede. Nell’occasione, il cardinale Pietro Parolin ha tenuto un discorso incentrato sulle peculiarità della diplomazia vaticana al servizio della pace e, a margine dell’incontro, il segretario di Stato vaticano ha concesso un’intervista esclusiva ad Alessandro Gisotti di Radio Vaticana, della quale riportiamo alcuni passaggi.

Il multilateralismo

“La presentazione del libro – incalza il card. Parolin – che raccoglie un po’ l’attività e gli interventi di mons. Tomasi all’Onu, ci permette di ribadire l’importanza del multilateralismo in un periodo in cui per molti aspetti è in crisi: la tentazione è di fare da sé e di prendere decisioni unilaterali. “La Santa Sede lo ritiene – prosegue – lo strumento per affrontare e per risolvere i complessi problemi del mondo di oggi”.

Pensando alla crisi nordcoreana, poiché “il mondo si è diversificato enormemente, c’è la necessità di ricorrere al  multilateralismo per tentare di risolvere in modo pacifico le differenze che ci sono”.

Papa Francesco ha inviato un tweet chiedendo ai leader riuniti all’Onu di impegnarsi per la pace e per il disarmo. “Un appello, spiega il cardinale, perché nelle loro mani ci sono i destini dell’umanità, il destino della pace, il destino della convivenza armoniosa tra i popoli”. Il Santo Padre ha inviato un messaggio “affinché – conclude l’intervista – essi siano coscienti di questa responsabilità per poi saperla tradurre poi anche nella pratica, attraverso un cammino fatto insieme alla ricerca della pace e dello sviluppo del mondo”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.