BERGOGLIO RICEVE IN UDIENZA MICHELLE BACHELET: “FORSE NEL 2016 IN CILE, ARGENTINA E URUGUAY”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:45

La difesa della vita umana, l’educazione e la pace sociale sono stati il fulcro dell’incontro tra Papa Francesco e la presidente della Repubblica del Cile, Michelle Bachelet. Durante i 47 minuti di incontro, sono stati affrontati “temi di comune interesse” come ha specificato una nota della Santa Sede al termine dell’incontro.

Francesco ha ricevuto il Capo di Stato cileno nella Biblioteca del Palazzo apostolico e durante l’incontro avrebbe annunciato una sua probabile visita in Cile, forse nel 2016, in quella che potrebbe essere un viaggio apostolico in Argentina, Cile e e Uruguay.

“E’ stato un meraviglioso incontro. Abbiamo parlato di temi importanti, temi che riguardano lo Stato e della maniera in cui stiamo avanzando perché il Cile continui a dare il massimo delle opportunità e dei diritti a tutti i suoi abitanti”, ha dichiarato la Bachelet al termine del colloquio privato con il Santo Padre.

Vestita di nero e con scarpe senza tacco, la presidente della Repubblica cilena è arriva in Vaticano intorno alle 10.20, accompagnata da una delegazione di 12 persone, ed è stata ricevuta dal Prefetto della Casa Pontificia Georg Gaenswein.

Al termine dell’incontro privato, Papa Francesco e Michelle Bachelet hanno proceduto con l’abituale scambio di regali. La presidente cilena ha omaggiato il Santo Padre con un rosario di lapislazzuli e argento e un libro intitolato “Iglesias del fin del mundo” (Le chiese della fine del mondo). Bergoglio invece ha regalato alla Bachelet una copia – in lingua castigliana – della sua esortazione apostolica “Evangelii Gaudium” e un medaglione in bronzo. Dopo l’incontro con il Papa, Michelle Bachelet è stata ricevuta dal segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.