Asl e Caritas insieme a Bari per lo screening dei senza fissa dimora

Caritas diocesana: al via lo screening per prevenire il rischio contagio in questa emergenza Covid per tutte le persone senza dimora della città di Bari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
strada

E’ un progetto realizzato dalla Asl di Bari in collaborazione con la Caritas della diocesi di  Bari e Bitonto. E’ stato avviato uno screening per prevenire il rischio contagio in questa emergenza Covid per tutte le persone senza dimora della città di Bari.screening

Screening

In accordo con il dipartimento di Prevenzione e con il supporto della Onlus Amopuglia, i tamponi saranno effettuati gratuitamente. All’esterno della sede individuata dalla Caritas alla mensa di Santa Chiara nella città vecchia di Bari. Lo screening, che coinvolgerà circa 200 persone, si svolgerà in più turni, dalle 9 alle 11,30. E dalle 15 alle 18. Nell’area esterna alla sede saranno predisposti percorsi sicuri nel rispetto delle norme anti Covid.Screening

Sicurezza

Gli operatori del dipartimento di Prevenzione forniranno ai senza dimora dispositivi di protezione individuale. E soluzione alcolica per igienizzare le mani. Saranno inoltre messi a disposizione 200 test antigenici effettuati dai medici e dagli infermieri dell’associazione di volontariato Amopuglia. La Onlus si occupa di assistenza domiciliare ai pazienti oncologici. Durante i test, l’area esterna alla sede della mensa sarà inibita all’accesso di altre persone. In modo tale da garantire massima sicurezza per utenti e operatori.Screening

Sistema di identificazione

Le persone che risulteranno positive al test antigenico saranno sottoposte contestualmente al tampone molecolare e trasferite nella sede dell’hotel Moderno. Messo a disposizione dalla Protezione civile regionale. Sarà compito della Caritas informare gli utenti. E predisporre un sistema di identificazione degli stessi con dati anagrafici in modo tale da facilitare il processo dei test.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.