Nuovi spazi di Vangelo. “Al servizio dei popoli in Asia”

La missione della Chiesa in Asia: la federazione delle conferenze episcopali dell'Asia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Asia

In Asia i vescovi sono riuniti per rafforzare la collegialità. Riflettere. Pregare. Confrontarsi su cosa significa “essere Chiesa”. A partire dal Concilio Vaticano II. Fino alle sfide dell’oggi. Tracciando gli orientamenti e per i prossimi anni. Sono riunite da lunedì le conferenze episcopali dell’Asia (Fabc) a Bangkok, in Thailandia. Presso il santuario del Beato Nicholas Bunkerd Kitbamrung. Dopo il rinvio di due anni a causa della pandemia la Fabc può celebrare i 50 anni di fondazione. La federazione degli episcopati asiatici è stata fondata nel 1970. In occasione della visita di Papa Paolo VI a Manila. Quando i vescovi asiatici si riunirono per la prima volta.Asia

Ai giovani dell’Asia

La Fabc invita i fedeli in Asia a prender parte alla nuova evangelizzazione. Con un periodo di preghiera che giungerà fino alla assemblea generale di ottobre. La federazione degli episcopati lancia una “maratona” di preghiera. Per “creare consapevolezza, interesse e senso di partecipazione”. L’arcivescovo Joseph Arshad presiede la Conferenza episcopale del Pakistan. E indirizza la riflessione su alcune questioni chiave. “La Chiesa cerca nuove strade. Per continuare a essere al servizio delle persone e dei popoli in Asia- spiega il presule-. Camminiamo insieme. Per immaginare, partecipare e riscoprire un nuovo modo di essere Chiesa in Asia. Siamo chiamati da Papa Francesco a preparare il futuro”

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.