Dal Veneto al Lazio, l’ascolto dal basso per combattere la solitudine

Luoghi dove trascorrere la giornata in compagnia. Associazioni alle quali rivolgersi per chiedere aiuto e parlare. Occasioni non solo per ridurre il malessere del caldo. Ma anche il disagio della solitudine. Sportello gratuito di supporto psicologico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Acli

Ascolto dal basso per una risposta comunitaria alla solitudine. Ne offrono testimonianza le comunità parrocchiali romane coinvolte nel progetto “Quartieri Solidali”. Iniziativa della Caritas diocesana di Roma. Per favorire nelle parrocchie una maggiore consapevolezza del mondo degli anziani. In concreto, l’obiettivo è approfondire la realtà degli anziani del proprio territorio. Per individuare gli interventi che possono essere più aderenti ai loro bisogni. ascolto

Rete di solidarietà

Per il quarto anno consecutivo, nei mesi di luglio e agosto, le parrocchie coinvolte mantengono attive le segreterie. Per l’assistenza domiciliare leggera. Per sostenere tutte le persone anziane. Finanziato coi fondi dell’8xMille della Cei, il progetto è mirato a prendersi cura degli anziani fragili. Attraverso lo sviluppo di comunità. Le attività proposte riguardano vari aspetti. Come la socializzazione e l’assistenza domiciliare leggera. Oltre al progetto “condomini solidali”. Per realizzare e sviluppare progetti a favore degli anziani fragili. Attraverso una rete di solidarietà e di prossimità con gli abitanti del quartiere. 

Guida

A Padova è arrivata la “Guida per persone anziane”. E informa gli anziani sulle iniziative e gli accorgimenti. Da adottare durante il periodo estivo. Luoghi dove trascorrere la giornata in compagnia. Associazioni alle quali rivolgersi per chiedere aiuto e parlare. Occasioni non solo per ridurre il malessere del caldo. Ma anche il disagio della solitudine. Sportello gratuito di supporto psicologico. Attività ludico socializzanti. Servizi gratuiti di consegna della spesa alimentare a domicilio. Piscine che prevedono agevolazioni per persone over 65. Parchi dove sostare e passeggiare.ascolto

Ascolto dal basso

Anche nella capitale mobilitazione delle Acli per i nonni. Le Acli danno appuntamento alla terza età al Cantiere Roma il 22 luglio. Le Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani si mobilitano per gli anziani della capitale. L’iniziativa è promossa dalle Acli di Roma e provincia. In vista delle elezioni amministrative del 2021. Attraverso sei web talk. Con l’obiettivo di delineare la città di oggi e di domani vista dai cittadini. Quindi partendo dall’ascolto dal basso. Al termine degli appuntamenti in programma le Acli di Roma presenteranno un documento di sintesi. Con spunti di riflessione. E proposte ai candidati sindaco.Acli

Dalla società alla comunità

Le Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani di Roma collaborano con la Fap. La Federazione anziani e pensionati. E nella capitale dedicano il mese di luglio agli anziani, riferisce il Sir. Le iniziative sono rivolte alla terza età. E faranno da tappe di avvicinamento alla prima Giornata mondiale dei nonni e degli anziani. Voluta da Papa Francesco, che si celebrerà domenica 25 luglio. La prima iniziativa è promossa grazie alla collaborazione dei circoli Acli Arteis, Cosimelli e Nucleo Acli dipendenti comunali. Si intitola “E… state al sicuro”. Ed è un percorso che prevede una serie di attività. Ma anche un servizio di accompagnamento per tamponi o vaccini. Grazie al taxi solidale. Uno sportello di supporto psicologico. E soprattutto, un corso dedicato agli anziani. E ai loro caregiver. Sull’utilizzo di pc. Smartphone. Tablet. E di formazione sullo Spid. Cioè il sistema unico di accesso con identità digitale. Ai servizi online della pubblica amministrazione.Acli

Musica

Il secondo appuntamento è mercoledì 21 luglio. Alle 17. Presso la Sala Baldini della chiesa di Santa Maria in Portico in Campitelli. Piazza Campitelli 9. Ed è una performance di musica classica. Con musiche di Quantz, M. A. Charpentier e Vivaldi. L’ingresso gratuito. Ma con posti contingentati.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.