“I poveri li avete sempre con voi”. Il valore degli anziani nelle Scritture

Nell'arcidiocesi di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela si è svolta la presentazione del libro “Gli anziani e la Bibbia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
anziani
Il Papa prega con i nonni (fonte: Vatican News)

Papa Francesco prega che il Signore mandi un angelo a consolare gli anziani. Come avvenne per Gioacchino, il nonno di Gesù e marito di Anna. Nell’arcidiocesi di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela è stato presentato il libro “Gli anziani e la Bibbia”. E’ intervenuto, riferisce il Sir, l’autore del saggio, don Francesco Tedeschi. Con il direttore della Caritas diocesana, don Antonino Basile. E il geriatra Giorgio Basile. A moderare l’incontro è stato Andrea Nucita della Comunità di Sant’Egidio.

anziani

Cura degli anziani

L’iniziativa rientra nella celebrazione della quinta Giornata Mondiale dei Poveri 2021. Dal titolo “I poveri li avete sempre con voi” ( Mc 14,7). Ed è stata un momento di riflessione. Per promuovere, a partire da alcune figure di “vecchi” delle Sacre Scritture, una riflessione. Utile a comprendere meglio il valore della terza età. In udienza generale il Pontefice ha fatto l’elogio dell’età avanzata. Una fase della vita ancora ricca. Da vivere trasmettendo ai giovani entusiasmo e valori. Un periodo soprattutto da attraversare con spirito costruttivo.anziani

Nonni

Il Papa parla dei nonni “immedesimandomi in loro”. E parlando ai fedeli a piazza San Pietro ha raccontato: “Anche io appartengo a questa fascia di età. Quando sono stato nelle Filippine, mi salutavano chiamandomi ‘Lolo Kiko’. Cioè ’nonno Francesco’”. E aggiunge: “Il Signore non ci scarta mai. Ci chiama a seguirlo in ogni età della vita. E anche l’ anzianità contiene una grazia del Signore. Non è il momento di tirare i remi in barca”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.