Il valore cristiano dell’affido come forma di accoglienza. La lezione di papa Francesco

Accoglienza: Forum delle Famiglie del Veneto, il percorso di formazione sull’affido

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Affido

Papa Francesco evidenzia come la scelta dell’adozione e dell’affido esprima una particolare fecondità dell’esperienza coniugale. Secondo il Pontefice l’adozione e l’affido mostrano un aspetto importante della genitorialità e della figliolanza. In quanto aiutano a riconoscere che i figli, sia naturali sia adottivi o affidati, sono altro da sé. Ed occorre accoglierli. Amarli. Prendersene cura. E non solo metterli al mondo.affido

Formazione all’affido

Si è concluso il percorso di formazione all’affido familiare.“Accogliere in famiglia, condivisione che rigenera”. Promosso dal Forum delle associazioni familiari del Veneto. Circa cento le famiglie che da gennaio a giugno 2021 hanno partecipato al corso di formazione. Spiega al Sir Roberta Castellan, vicepresidente del Forum veneto: “Il corso ha coinvolto varie associazioni. L’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII. La casa di Oreste. Famiglie per l’accoglienza. Aibi–Amici dei bambini”. affido

Progetto Confido

Il percorso rientra nel “Progetto Confido”. Che, aggiunge Castellan, “ha l’obiettivo fondamentale di diffondere la conoscenza. Di pratiche ed esperienze di affido e adozione. Mira ad accompagnare le famiglie. Con attività di formazione. E sostiene i tutori volontari di minori stranieri non accompagnati. Noi a Padova ci siamo concentrati sull’affido. Con la partecipazione entusiasta e consapevole di cento famiglie. Un altro grande lavoro formativo è stato sviluppato sul tema dell’adozione”. L’iniziativa, a causa della pandemia, si è svolta online. Con incontri quindicinali di due ore ognuno. E ha toccato vari temi. Dalla natura dell’affido. Ai diritti del minore. Al rapporto con le famiglie di origine. Al “bisogno di famiglia” dei bambini. E dei ragazzi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.