A S. Lorenzo il ricordo della visita di Pio XII

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:05

Una breve cerimonia che unisce la preghiera e la memoria storica di uno degli episodi più dolorosi per Roma durante la Seconda Guerra Mondiale. Giovedì 19 luglio ricorre infatti il 75° anniversario del primo  bombardamento alleato sulla Città Eterna che colpì in particolare il quartiere di San Lorenzo e l’omonima basilica al Verano.

Il Papa fra la gente

Come è noto, in quella drammatica situazione, Pio XII non esitò a recarsi di persona, senza alcuna scorta, in mezzo alla popolazione così duramente colpita dai raid alleati che provocarono oltre 3.000 morti, di cui la metà a S. Lorenzo, e 11.000 feriti. Fu una delle azioni che valsero al “Pastor Angelicus” il titolo di “Defensor Civitatis”. Un’iniziativa che il S. Padre rinnovò il 13 agosto a San Giovanni in occasione di un altro bombardamento. Sarebbe stata quest’ultima, tra l’altro, l’occasione in cui venne scattata la celebre foto che ritrae Pio XII con le braccia aperte e lo sguardo rivolto al Cielo, mentre in una foto del 19 luglio il Papa venne riprese con accanto il sostituto Montini.

La preghiera

Pio XII portò ai romani il conforto della sua benedizione, della sua parola di fede e della sua carità. Per ricordare l’anniversario alle 17.45 il Comitato Papa Pacelli – Associazione Pio XII deporrà un omaggio floreale alla statua del venerabile Pio XII. La cerimonia proseguirà all’interno della basilica di San Lorenzo con la preghiera per le vittime del tragico bombardamento e la commemorazione della carità del Papa. Sarà anche l’occasione per pregare ancora una volta per la beatificazione di Pio XII, ostacolata, purtroppo, dalle ben note opposizioni legate alle accuse di silenzio di fronte alla Shoah, mentre ci sono prove inconfutabili dell’aiuto fornito su indicazione del Papa agli ebrei perseguitati.

Cerimonia e mostra

Alla cerimonia parteciperanno, tra gli altri, il cardinale Dominique Mamberti, prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, mons. Giuseppe Sciacca, segretario dello stesso Tribunale, il prof. Giulio Alfano, Ordinario presso la Pontificia Università Lateranense, che terrà il discorso storico. Il Coro Catharinianum, diretto dal Maestro Michele Loda, eseguirà brani gregoriani e polifonici. Al termine sarà possibile visitare la mostra allestita da Giovanni Cipriani, nel chiostro attiguo alla Basilica. “Invito – afferma il presidente del Comitato Papa Pacelli, avvocato Emilio Artiglieri – quanti potranno ad essere presenti a questo momento di preghiera, per testimoniare l’affetto e il ricordo del grande Pio XII”. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.