Walk of Fame, presa a picconate la stella di Trump

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Non era certamente un fan del presidente Trump luomo che, di nascosto e nottetempo, ha vandalizzato la sua stella sulla Walk of Fame, la via di Hollywood dedicata alle maggiori star del cinema e dello spettacolo, dove anche l'attuale inquilino della Casa Bianca, ormai da qualche anno, possiede la sua personale piazzola. Un punto della via che, nella giornata di ieri, è stato letteralmente devastato da un vandalo il quale, armato di piccone, ha letteralmente distrutto la maiolica riportante il nome di Trump (finito lì per i suoi trascorsi televisivi), cancellando le lettere che lo componevano ma anche la gran parte dell'asfalto.

Un gesto certamente sgradevole che non ha mancato di lasciare interdetta l'opinione pubblica americana: non è la prima volta, infatti, che la stella di Trump viene maltrattata in modo pesante, fra episodi di semplice vandalismo (scritte, macchie e cose simili) e qualche colpo ben assestato che l'aveva pesantemente danneggiata. Mai, infatti, si era arrivati a demolire completamente quel piccolo metro quadro di Walk of Fame. Arrivate sul posto, le Forze dell'ordine non hanno visto che un cumulo di macerie e di polvere, senza praticamente più nessuna traccia di quanto vi era scritto. Un atto sul quale gli inquirenti hanno svolto un'indagine molto breve visto che, poco dopo il suo atto vandalico, l'autore si è consegnato spontaneamente, a seguito anche di una telefonata in cui denunciava il tutto. Secondo quanto appurato finora, avrebbe nascosto il proprio “strumento” in una custodia per chitarra, camuffandolo, per poi agire nella notte fra martedì e mercoledì.

La stella sulla Walk of Fame di Hollywood era stata assegnata a Trump nel 2007, quando l'Academy decise di premiarlo per il suo show sulla Nbc 'The apprentice'. Da allora, la piazzola è stata presa di mira più volte, la più famosa nel 2016, quando un attivista di Los Angeles, travestito da operaio edile, aveva utilizzato sulla pietra addirittura un martello pneumatico. L'uomo era stato arrestato e accusato di vandalismo, senza mai contestare nulla. L'autore dell'ultimo atto di sfregio alla stella di Trump è stato arrestato con la stessa accusa e la sua cauzione è stata fissata a 20 mila dollari.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.