DOMENICA 04 FEBBRAIO 2018, 00:04, IN TERRIS

Una dittatura "gender" in Andalusia?

Approvata una legge che, secondo i vescovi, "compromette la libertà religiosa"

SIMONE PELLEGRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Susan Diaz, presidente di Andalusia
Susan Diaz, presidente di Andalusia
S

cuole medie, scuole superiori, associazioni, farmacie, persino le famiglie. Riguardano diversi settori della società, sono pervasive le nuove disposizioni approvate in Spagna dalla Provincia autonoma dell'Andalusia finalizzate a prevenire “atteggiamenti fobici Lgbt, nella sfera sociale, della salute, della educazione, della ricreazione e dello sport, della famiglia o in altre aree".


La legge

La misura approvata nell'Andalusia presieduta dalla socialista Susan Diaz - rileva l'Osservatorio Gender - ricalca un disegno di legge già preso a modello in tutta la Spagna: l'Assemblea autonoma di Madrid, ad esempio, ha approvato nel 2016 una legge che prevede “un piano di azione per l’integrazione dell’alunno nella scuola”, che si struttura attraverso “l’individuazione tempestiva di quelle persone in età infantile scolare che possano essere avviate a un processo di manifestazione della propria identità di genere”.

C'è una analogia tra quella legge madrilena e questa, più recente, andalusa. In un passaggio, quest'ultima, introduce un "diritto" all'accesso ai farmaci che ritardano la pubertà, evitando “lo sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie indesiderate". Inoltre, saranno bandite quelle “terapie avversive o qualsiasi altra procedura che implichi un tentativo di conversione, eliminazione o soppressione del proprio orientamento sessuale o identità di genere“. Insomma, gli omosessuali che si sentono a disagio con la loro condizione non potranno accedere a terapie che possano aiutarli.

Dalle farmacie alle tv, la legge coinvolge proprio tutti. Verranno infatti puniti coloro che usano "ripetutamente espressioni degradanti per motivi di orientamento sessuale, identità sessuale o espressione di genere” su qualsiasi mezzo di comunicazione, compresi i social media di Internet. La legge fa inoltre appello al Governo, affinché si faccia garante in modo che tutti i media di massa “adottino, mediante autoregolamentazione, codici etici che prevedano il rispetto dell’uguaglianza e il divieto di discriminazione per motivi di orientamento sessuale e identità di genere, sia nel contenuto informativo che nella lingua utilizzata”.

Vietato infine insegnare agli studenti che esistono "solo" due sessi. "I contenuti dei materiali didattici utilizzati nelle istruzioni degli studenti - si legge - promuoveranno il rispetto e la protezione del diritto alla diversità sessuale e di genere e all’espressione di genere, nonché un’educazione non binaria, che rende visibile la diversità corporea e sessuale, e diversità familiare".

E cosa rischiano i trasgressori? Multe fino a 6mila euro, mentre per coloro che si renderanno “colpevoli” di inadempienze “più gravi” le multe potranno arrivare fino ad addirittura 120mila euro.


La critica dei vescovi

Sulla nuova legge non hanno fatto mancare la propria voce di dissenso i vescovi dell'Andalusia, che in una nota la ritengono una “minaccia alla vita familiare, all’educazione e alla professione medica. È, quindi, una legge che compromette la libertà di pensiero, la libertà di coscienza, la libertà di educazione e insegnamento e la libertà religiosa". "La natura sessualmente differenziata della persona umana - scrivono ancora i presuli - fa parte della sua costituzione e non è possibile sostituire ciò che è biologicamente e costituzionalmente, in favore di ciò che decide liberamente di essere, in favore di ciò che è culturalmente e socialmente costruito. Né la coscienza, né la volontà, individuale o collettiva, creano o determinano ciò che siamo".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il crollo a Montelupo Fiorentino
FIRENZE

Crolla muro a Montelupo: evacuate 5 famiglie

Il Sindaco: "Ho temuto il peggio, zona altamente frequentata per la presenza di ristoranti"
Giuseppe Conte in Senato
IL VOTO

Mes, il governo supera lo scoglio del Senato

Ok delle Camere alla risoluzione della maggioranza ma il M5s si spacca sui dissidenti
ISTRUZIONE

E' boom di ripetizioni

Uno studente su tre prende lezioni private per alzare la media dei voti o per recuperare il deficit di apprendimento nelle aule...
FONDO SALVA STATI

Conte in Parlamento: non dividiamo l'Ue

Le comunicazioni del premier in vista del Consiglio Europeo del 12 e 13 dicembre. Tre parlamentari M5S pronti a passare alla...
Dettaglio dei graffi sulla Luna di Saturno, Encelado
SPAZIO

Chi ha graffiato la superficie di Encelado?

Ecco cosa sta succendento sulla luna di Saturno
Marta Cartabia
CORTE COSTITUZIONALE

Cartabia presidente: prima donna a guida della Consulta

Il suo mandato durerà nove anni ma sarà di portata storica: "Ho rotto un cristallo, spero di fare da...
Una studentessa nell'Università di Tokyo - Foto © Andrea DiCenzo per The New York Times
DISCRIMINAZIONE

Ragazze sempre più sole nelle università giapponesi

La denuncia del New York Times. In poche accedono a un'alta formazione
Un frame del video della conferenza di presentazione del calendario Fec
ROMA

I tesori dell'arte sacra diventano un calendario

Presentato al Viminale l'annuario del Fec 2020 con i paramenti liturgici e gli arredi religiosi di proprietà del...
Carlo Ancelotti
CALCIO

Ancelotti, due notti di Champions come regalo d'addio

L'esonero arriva dopo il 4-0 al Genk che vale gli ottavi, quando tutti pensavano forse all'inizio del rilancio...
L'arcivescovo Pennisi con l'Igumeno del monastero di San Pietro, Mosca
IL DIALOGO COME MISSIONE

Monreale-Mosca, l'ecumenismo della cultura

In Russia gli arcivescovi Pennisi e Pezzi attuano la "geopolitica della misericordia" di papa Francesco per...
IL PUNTO

Cosa bolle in Parlamento

Tra fondo salva-Stati e legge elettorale, continua il dialogo nella maggioranza
BRESCIA

Bimbo investito a Coccaglio: fermato il pirata della strada

Alla guida della vettura che ha travolto il piccolo e la sua mamma una ragazza di 22 anni