Troppe tisane e integratori: dietologa “fai da te” finisce in terapia intensiva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Un tentativo troppo audace di impostare un regime di dieta “fai da te” poteva costare davvero molto caro a una donna quarantasettenne residente in Gran Bretagna: l’auto-dietologa, infatti, ha messo in atto un programma alimentare decisamente non convenzionale, prendendo la decisione, in assoluta autonomia, di riprendersi dagli eccessi natalizi attraverso l’esclusiva assunzione di erbe e tisane, bevendo molto e mangiando praticamente nulla. Inevitabile, di conseguenza, un declino fisico progressivo il quale, stando a quanto riportato dal “British medical journal case reports”, avrebbe portato la donna quasi al collasso, rendendo necessarie delle cure immediate presso il reparto di terapia intensiva dell’ospedale universitario di Milton Keynes.

I medici che hanno effettuato le prime visite, hanno immediatamente riscontrato una massiccia presenza di sodio, segno evidente dell’esagerata quantità di liquidi assunti dalla paziente, tra i quali l’acqua e diverse tipologie di tè. Un mix micidiale, fra erbe e altri integratori naturali (come il moloskan e la radice di valeriana) che, uniti ai suddetti liquidi, ha causato una forte destabilizzazione dell’organismo. Un errore di valutazione, piuttosto comune nella cosiddetta “moda della disintossicazione”, il quale però poteva anche rivelarsi fatale: “L’eccessiva assunzione di acqua come metodo di purificazione e pulizia del corpo – hanno spiegato i medici nel corso di un’intervista alla Bbc – deriva dalla convinzione che i prodotti di scarto dannosi possono essere lavati via dall’organismo in questo modo, ma non ci sono pillole o bevande specifiche che possono fare un lavoro magico”.

In sostanza, la credenza diffusa che un’assunzione esagerata di acqua possa far bene, è una falsa pista: bere in modo eccessivo può infatti risultare sbagliato come e quanto operare il procedimento opposto. Come spiegato ancora dai sanitari, “essere ben idratati è una strategia sensata, ma bere troppa acqua può essere pericoloso come non berne abbastanza”. Molto meglio, secondo i dottori, praticare un sano moto oppure, qualora si volesse intraprendere una dieta, consigliarsi con delle persone competenti: “Suona scontato ma, per la stragrande maggioranza delle persone, una dieta equilibrata e una regolare attività fisica sono gli unici modi per salvaguardare e massimizzare la salute”.

No, decisamente la dieta “fai da te” non è una buona soluzione. Come, del resto, seguire correnti modali che possono seriamente influire sulla nostra salute, senza possedere le giuste competenze. La donna, stando a quanto riportato, sembrerebbe sulla via di guarigione ma, certamente, la sua esperienza crea un precedente al quale è bene prestare attenzione.

 

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.