MERCOLEDÌ 14 AGOSTO 2019, 00:04, IN TERRIS

Spray al peperoncino, ci risiamo! Nuovo caso a un concerto

MANUELA PETRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
L

ignano Sabbiadoro, concerto del rapper Salmo. Giovani che si divertono, cantano, ballano al ritmo delle canzoni del loro artista preferito fino a quando una mano si allunga da in mezzo alla folla e strappa una collanina a un ragazzo. Immediatamente la reazione, il gruppo di amici cerca di fermare il ladro ma quest'ultimo, con un gesto fulmineo, estrae dalla tasca una bomboletta spray e spruzza il peperoncino o un liquido urticante. E' a questo punto che la situazione sarebbe potuta generare rapidamente se i soccorsi e la security non fossero intervenuti tempestivamente e il cantante, il rapper Salmo, non avesse interrotto momentaneamente la performance. 


La vicenda

 Il Fatto Quotidiano ha riportato la testimonianza di quattro ragazzi che erano al concerto e hanno descritto chi ha spruzzato lo spray urticante: un uomo di circa 30-40 anni che indossava la maglietta verde. I giovani hanno spiegato che si è potuta evitare una tragedia sia grazie al pronto intervento del personale di sicurezza e dei soccorritori che si sono presi cura degli intossicati, sia perché il rapper si è accorto di cosa stava succedendo sotto il palco e ha interrotto momentaneamente la sua performance ed ha chiesto che fossero accese le luci. Nonostante tutto ciò sette persone sono finite al pronto soccorso per irritazioni e intossicazioni. 


Le indagini

Sull'accaduto - presumibilmente lo spray al peperoncino è stato usato dal ladro per crearsi una via di fuga tra la folla - sta indagando la polizia che ha rinvenuto e sequestrato la bomboletta incriminata. La squadra mobile della questura di Udine è alla ricerca del sospettato ed ha chiesto ai presenti di inviare i video registrati prima e dopo l'episodio: le immagini potrebbero contenere elementi utili al fine delle indagini

 

 

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TREVISO

Morta dopo aver scelto una chemio non invasiva per partorie

La notizia del tumore al seno durante la gravidanza. Le cure meno forti le consentono di diventare madre, ma muore tre mesi dopo
TASSE

Fino al 25 ottobre è possibile integrare il proprio “730”

Nel caso si sia dimenticata una deduzione o una detrazione, si ricorre al modello integrativo. Per i rimborsi o le compensazioni...
Palazzo Chigi
INCOGNITE

L’ipoteca economica sulla crisi di governo

I rischi sulla società italiana dell’esercizio provvisorio e dell’aumento dell’Iva
La vittima, Melissa Trotter, e a dx Larry Swearingen
USA

Pena di morte, nuova esecuzione in Texas

Le ultime parole del condannato: "Perdonali, non sanno quello che fanno"
L'epicentro del sisma
LAZIO

Terremoto, scossa nel Tirreno vicino Roma

Non sono stati riportati danni a cose e persone né sulla costa né nella Capitale
Ufficio comunale chiuso
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Quota 100: oltre 10mila domande nella Pa

E' boom di richieste di pensionamento ma è allarme "rimpiazzi" in comuni e ospedali