LUNEDÌ 21 MAGGIO 2018, 00:04, IN TERRIS

Sbaglia a fare la differenziata: rischia il carcere

Piccolo errore potrebbe costar caro a 75enne svizzero: ha buttato il cartone nel cassonetto della carta

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Cassonetti della raccolta differenziata in Svizzera
Cassonetti della raccolta differenziata in Svizzera
I

l nuovo moralismo ecologista non fa sconti. A Neuchatel, in Svizzera, un uomo di 75 originario del Canton Ticino ha dovuto sentire il tintinnare delle manette per aver sbagliato a fare la raccolta differenziata. Un errore veniale, eppure severamente punito dalla legge: ha gettato un po' di cartone nel cassonetto della carta. Per lui il rischio è stato di dover pagare dapprima 200 franchi, saliti poi a 260 franchi e anche di farsi due giorni di carcere a causa dell'insolvenza.

L'equivoco nasce dal fatto che in altre zone della Svizzera, ad esempio in Ticino, da dove proviene l'uomo, è possibile mischiare la carta con il cartone, ma non a Neuchatel. Di qui la multa, che però l'uomo - che vive con una pensione minima - ha rifiutato di pagare. "Non so davvero come pagarla... Sono uno rispettoso della legge e dell'ambiente, è davvero ingiusto... mi sono semplicemente confuso", ha detto. Le autorità, scaduto un certo lasso di tempo, hanno aumentato l'ammenda a 260 franchi che, in caso non venissero pagati entro una nuova data, si trasformerebbero in due giorni di galera.

Per evitare il carcere, la speranza del 75enne era quella di poter rateizzare il dovuto o magari trasformarlo in lavori di pubblica utilità. Ma quando il quotidianoTio.ch ha pubblicato la notizia, i lettori si sono immediatamente mobilitati per evitare il dispendio di denaro al povero (e disattento) sventurato concittadino. "Non mi hanno detto che me l'ero meritata - ha detto il diretto interessato - ma mi hanno addirittura dato dei soldi per saldare il debito. Certo, io avrei dovuto essere un po' meno distratto". Stando a quanto riportato dal quotidiano romando a La Chaux-de-Fonds, le effrazioni di questo tipo sono assai comuni e la tolleranza resta zero: "Facciamo da 20 a 30 multe al mese", spiega l'addetto comunale allo smaltimento David Gerber. Giusto far rispettare la legge e invitare i cittadini a curare l'ambiente, ma forse è il caso di fare in modo che ogni pena abbia una giusta proporzione.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'epicentro del sisma
ARCIPELAGO

Terremoto 7.1 in Indonesia

Seguito da un forte sciame sismico, non è stata emessa alcuna allerta tsunami
Claudio Borghi con una possibile banconota di minibot
POLITICA

Minibot, l'altolà di Giorgetti

Battuta tagliente del sottosegretario leghista: "Non sono verosimili. Ancora c'è chi crede a Borghi?"
Il Sindaco di Scorrano, Guido Nicola Stefanelli
LECCE

Mafia: 30 arresti, indagato un Sindaco

Sembra si tratti del Sindaco di Scorrano, Guido Nicola Stefanelli, di Lista Civica
Al via le prove orali
SCUOLA

Maturità, al via gli esami orali: debuttano le tre buste

Il Miur ha postato un video per spiegare come sarà la prova e tranquillizzare i ragazzi
Passeggeri su un treno in Bangladesh
BANGLADESH

Treno cade dal ponte: 4 morti e 65 feriti

Il ponte è crollato al passaggio dle convoglio, ignote le cause
Sud Italia

Soprattutto il Sud

Matteo Salvini manda a dire ai sindacati e imprenditori che li convocherà per un confronto a luglio. La...