Ruba 15 euro di cibo perché ha fame, il Tribunale non ha pietà: un anno di carcere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:31

Ci sono casi nella vita dove la Giustizia degli uomini risulta inconciliabile con la ragione; altre volte il corto circuito avviene non solo con quest’ultima ma persino con il cuore. E la storia accaduta in un supermercato di Imperia sembra proprio avere queste caratteristiche. Un tunisino di 33 anni, incensurato e in Italia con regolare permesso di soggiorno, ha rubato cibo per 15 euro nel market, e quando è stato scoperto ha travolto il direttore del supermercato per fuggire. Segnalato alla polizia, è stato rintracciato ed arrestato. Processato per rapina al Tribunale di Imperia, l’uomo si è giustificato dicendo: “Sono disoccupato, avevo fame, non mangiavo da due giorni”.

Nulla da fare: per il Tribunale, che ha applicato alla lettera la legge, l’uomo meritava una pesante condanna, che è puntualmente arrivata: un anno di carcere (pena sospesa proprio perché era incensurato).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.