Roma, aggressione alla troup di Rai 1, ai domiciliari due ultras della Lazio

L'aggressione alla troupe televisiva della trasmissione Rai “Storie Italiane” è avvenuta a piazza di Ponte Milvio lo scorso 20 dicembre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:24
Un momento dell'aggressione alla troupe Rai

I Carabinieri della Compagnia Roma Trionfale hanno arrestato e posto ai domiciliari due noti esponenti della tifoseria ultras della Lazio.

La misura in questione è stata emessa in esito ad una articolata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma e condotta dalla Digos capitolina e dai Carabinieri della Compagnia Roma Trionfale a seguito dell’aggressione in danno di una troupe televisiva della trasmissione Rai “Storie Italiane”, avvenuta a piazza di Ponte Milvio lo scorso 20 dicembre.

L’aggressione alla troupe Rai

I due operatori Rai nella mattinata del 20 dicembre si erano recati a piazza di Ponte Milvio per effettuare alcune riprese ed interviste sull’attuale contingenza pandemiologica quando, notati da un gruppo di 10 persone, sono stati violentemente aggrediti.

Per la violenza delle percosse ricevute, al cameraman della troupe sono stati diagnosticati 15 giorni di prognosi.

Le successive indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia Roma Trionfale, dagli agenti della Digos della Questura di Roma, coadiuvati dal Commissariato Prati hanno consentito di identificare due dei partecipanti alle violenze.

Sulla base delle risultanze investigative acquisite, che hanno documentato compiutamente le loro responsabilità in quanto accaduto, il Giudice per le Indagini Preliminari ha disposto nei loro confronti la custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Qui, il video dell’aggressione.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.