SABATO 13 MAGGIO 2017, 000:04, IN TERRIS

Ragazzi sempre più "connessi" ai siti hard: aumentano i disturbi sessuali

MILENA CASTIGLI
Ragazzi sempre più
Ragazzi sempre più "connessi" ai siti hard: aumentano i disturbi sessuali
Una volta, entrati nell'età della giovinezza, i figli chiedevano ai padri "istruzioni" su come comportarsi col gentil...sesso. Oggi no, c'è internet!

Un cambiamento sociale


Il giovane "maschio italiano" ha infatti scelto internet come guida per la vita sessuale, mettendo all'angolo la relazione padre-figlio. Ma nel mare magnum di informazioni (e deformazioni) che la rete offre in merito all'argomento "sesso", aumentando le incertezze e le insicurezze dei ragazzi.

Lo rivela il "Progetto Andrologico Permanente" , una ricerca lunga dieci anni coordinata dal prof. Carlo Foresta dell'Università di Padova. Il Progetto - sviluppato dalla Fondazione Foresta Onlus - ha studiato la popolazione studentesca maschile dall'anno scolastico 2005-06 fino al 2016-17. I dati sono stati raccolti sottoponendo oltre 10mila alunni del V anno delle superiori a questionari anonimi.

I risultati del Progetto Andrologico Permanente


I risultati non sono edificanti: i giovani maschi italiani sono divenuti sensibilmente più alti (da 1,76cm a 1,78cm), più grassi (da 69kg a 71kg) e sempre più interessati all'attività sportiva (facendo però maggior uso di integratori facilmente reperibili sul web). Si è inoltre abbassata l'età della prima sigaretta (da 15,7 anni a 13,2 anni) ed è sempre più diffuso l'uso, non importa se abituale o meno, della marjiuana: nel 2005 l'aveva provata almeno una volta il 49% dei ragazzi, oggi il 76%; si è però abbassata la percentuale di quanti hanno dichiarato di fare uso di ecstasy, eroina e cocaina.

Quanto alla sfera sessuale, emerge che internet è la fonte primaria di informazione sulle tematiche sessuali (oggi è 80,1%; nel 2005, era il 50,1%), e che i giovani che si connettono a siti pornografici sono saliti dal 47% del 2005 all'attuale 87%. Il 54% dei giovani in età di diploma superiore ha ormai abituali rapporti sessuali completi (solo per il 63% protetti), mentre aumenta l'orientamento omosessuale (dal 4% al 6%).

Le patologie


Dall'aumento dell'uso del web, aumentano anche gli effetti negativi legati all'aspetto patologico. Nel 2005 solo l'8,8% dei soggetti intervistati dichiarava di registrare disturbi della funzione sessuale (mancanza di desiderio, eiaculazione precoce o ritardata, disfunzione erettile); oggi invece - sostiene la ricerca di Foresta - i soggetti con disturbi sono il 26%, con una forte incidenza di problematiche legate alla riduzione del desiderio (10,4%).

Lo squilibrio esistente tra i messaggi digitali e la realtà concreta delle relazioni di coppia può dunque creare maggior confusione e danni psicologici. Meglio tornare a chiedere a papà!
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Le urne del sorteggio di Champions League
CHAMPIONS LEAGUE

Agli ottavi sarà Juve-Tottenham e Shakhtar-Roma

Real Madrid vs Paris Saint Germain e Chelsea vs Barcellona i big match
Incidente stradale a Lecce
OMICIDIO STRADALE

Ubriaco al volante travolge uno scooter: un morto

Il conducente della Bmw 320 è un 35enne di nazionalità bulgara
Auto travolge passanti ai Mercatini di Natale di Sondrio
AUTO CONTRO MERCATINO DI NATALE

Sondrio, il conducente è accusato di strage

Il 27enne ha agito sotto l'effetto di alcol e cannabinoidi
La Cattedrale di Londra imbiancata dalla neve
MALTEMPO

Freddo e neve gelano il Nord Europa

Fiocca anche a Milano e Torino. Disagi su tutto l'arco alpino
Matteo Renzi
VERSO IL VOTO

Renzi: "Berlusconi? Niente intese con mr Spread"

L'ex premier: "Silvio fa le stesse promesse del 1994 che non ha mai mantenuto"
DIRITTO DI REPLICA

Annullato l'arresto per il sindaco Caliandro

Il primo cittadino di Villa Castelli era stato coivolto in un'inchiesta su presunte tangenti