Prova a scacciare gli scarafaggi dal giardino: il risultato è disastroso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:36

Probabilmente a chiunque infastidirebbe vedere il proprio giardino (chi ne ha uno, s'intende) preda di grossi scarafaggi, resistenti a qualunque tipo di rimedio comune. Un vero incubo sia per la possibilità, concreta, di ritrovarseli dentro casa sia per l'impedimento di un uso pieno di un ambiente esterno che, altrimenti, sarebbe una vera oasi di relax per chiunque abbia la fortuna di averlo in casa propria. Va da sè che non tutto è lecito, o quantomeno funzionante, quando si tratta di praticare la necessaria disinfestazione. Un dettaglio che, probabilmente, è sfuggito a un abitante di Enéas Marques, città brasiliana, che ha pensato bene di eliminare alla radice il problema scarafaggi attraverso un piano d'azione letteralmente esplosivo: l'uomo ha infatti piazzato appena sotto l'erba del giardino una particolare miscela di sostanze infiammabili, ottenendo però un risultato diametralmente opposto a quanto sperava.

Serio rischio

Non è decisamente finito bene l'esperimento dell'improvvisato disinfestatore che, dopo aver tentato più volte di accendere l'innesco con i fiammiferi, è riuscito a dar fuoco alle polveri, facendo letteralmente esplodere il giardino. Non è chiaro cosa l'uomo abbia messo in un mix di tale potenza: fatto sta che non solo il giardino non esiste più, sostituito da una buca di terra smossa, ma gli scarafaggi ci sarebbero ancora. Una mossa poco saggia, che non ha risolto il problema e ha messo in pericolo sia l'ideatore dell'ardito piano che i suoi due cani, fortunatamente nessuno dei quali rimasto ferito. Ora l'uomo non solo dovrà risistemare il proprio giardino ma anche chiamare qualcuno in grado di svolgere realmente le operazioni di disinfestazione.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.