VENERDÌ 16 MARZO 2018, 00:04, IN TERRIS

Preghiera blasfema davanti al Duomo di Perugia

Il grave oltraggio è stato perpetrato lo scorso 8 marzo da un gruppo di femministe

SIMONE PELLEGRINI
Manifestazione blasfema a Perugia
Manifestazione blasfema a Perugia
H

anno celebrato l'8 marzo, festa della donna, in modo quanto mai volgare e blasfemo. Un gruppo di una ventina di femministe si è radunato davanti alla Cattedrale di Perugia, in piazza IV Novembre, ed ha intonato una pseudo-preghiera ricalcando le sacre litanie. Le donne hanno inneggiato alla "vulva".

Il video dell'esibizione femminista, ripreso da un cittadino affacciato dalle finestre dei palazzi del centro storico, è stato diffuso su WhatsApp e in poche ore ha fatto il giro degli smartphone. Mentre intonavano l'orazione sacrilega, con le mani mimavano il triangolo della vagina, gesto molto in voga negli anni della contestazione.

"Rimango basito e rattristato come cittadino, come cattolico e come politico da questo modo di manifestare che sembra più contro la religione cattolica che in difesa delle donne". Così Sergio De Vincenzi, consigliere regionale umbro. "Mi stupisce - ha aggiunto - che non si riesca a superare un femminismo di maniera, quello del '68, che è ormai obsoleto".

Il Popolo della Famiglia e il Movimento per Perugia hanno invocato provvedimenti legali nei confronti delle protagoniste di questa messinscena. Le due organizzazioni fanno riferimento all’art. 403 del Codice Penale che afferma: "Chiunque pubblicamente offende una confessione religiosa, mediante vilipendio di chi la professa, è punito con la multa da euro 1000 a euro 5000". I vertici del Movimento per Perugia hanno scritto: "Ci auguriamo che la Magistratura intervenga quanto prima e faccia gli opportuni approfondimenti del caso".

Sulla vicenda è intervenuto anche la sezione umbra del Comitato Difendiamo i Nostri Figli. "Episodi come questi - hanno dichiarato - sono sicuramente un regresso sul cammino dell’autentica ed auspicata emancipazione femminile ed è vergognoso che esistano donne promotrici di eventi che le dipingono esclusivamente come un organo oggetto di piacere".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La sede della Corte suprema polacca
GIUSTIZIA

Polonia deferita davanti alla Corte Ue

Secondo la Commissione la riforma della Corte suprema viola l'indipendenza dei giudici
Il viadotto Marco Polo, in via di Varlungo a Firenze, teatro dell'aggressione
FIRENZE

Aggredita e violentata una studentessa

La violenza è avvenuta poco dopo mezzanotte in via di Varlungo
TERREMOTO

Crollo del campanile di Accumoli, al via il processo

La torre campanaria piombò sul tetto dell'edificio adiacente uccidendo la famiglia Tuccio
Brexit
BREXIT

May al bivio, c'è lo spettro del voto bis

Ore calde per la premier dopo il flop di Salisburgo, Corbyn non chiude al nuovo referendum ma spinge per le elezioni anticipate
VACCINI

Nas scoprono false certificazioni: sette denunce

Il reato ipotizzato nei loro confronti è di falso ideologico
UGANDA

Le missioni aiutano mamme e neonati in ospedale

Al “St Luke Health Centre" acquistati un'ambulanza, incubatrici e macchinari per le ecografie
BOLOGNA

Frode fiscale internazionale: 16 indagati

Sequestrati beni mobili e immobili per quasi 25 milioni di euro
I soccorsi davanti l'archivio di Stato ad Arezzo il giorno della tragedia
TRAGEDIA NELL'ARCHIVIO DI STATO

Dipendenti morti ad Arezzo: 5 indagati

Disposta l'autopsia sui corpi dei due dipendenti deceduti a causa dell'intossicazione da argon
TUNISIA

Alluvioni a Cap Bon: almeno 6 morti

Le piogge torrenziali in Tunisia sono state provocate dal ciclone che si è formato nel Mar Tirreno e che nei giorni scorsi...
Arresti nella cosca Alvaro
REGGIO CALABRIA

‘Ndrangheta: smantellata la cosca Alvaro

Tra i 18 fermi anche il sondaco di Delianuova Francesco Rossi
Aleksei Navalny
RUSSIA

E' durata poco la libertà di Navalny

Oppositore scarcerato e poi arrestato. Ha partecipato a proteste non autorizzate
Il Papa durante l'incontro con le autorità lettoni - Foto © Vatican Media
VIAGGIO NEI PAESI BALTICI

Il Papa a Riga: "La libertà è costruita sulle radici"

Il Santo Padre incontra le autorità lettoni: "La maternità della Lettonia focalizza strategie per le...