SABATO 22 OTTOBRE 2016, 000:04, IN TERRIS

Omaggia l'Isis con delle poesie: arrestato

EDITH DRISCOLL
Omaggia l'Isis con delle poesie: arrestato
Omaggia l'Isis con delle poesie: arrestato
Scriveva poesie lodando l'operato dell'Isis. Così, il Tribunale penale di Riad ha condannato a sei anni di carcere un cittadino saudita, accusato di scrivere poesie a lode del Califfato. Tra le accuse, anche quella di aver fatto sua l'ideologia apostata del sedicente Stato Islamico e di aver mostrato interesse nell'unirsi al gruppo in zone di guerra. L'imputato è anche stato accusato di "avere legami con gli estremisti e di disturbo dell'ordine pubblico".

Gli inquirenti hanno anche rivelato che l'uomo ha aperto account sui social media in modo da poter accedere alle pagine dell'Is e di comunicare con i jihadisti nelle zone di guerra. Ha anche salvato slogan e messaggi audio dell'autoproclamato califfo Abu Bakr al-Baghdadi che invitava a unirsi all'organizzazione. L'uomo è anche accusato di possesso di armi e munizioni senza regolare licenza.

Anche in questo caso, secondo le autorità, il canale principale di reclutamento è stato il web. E' infatti su internet che l'Isis mette in mostra tecniche di comunicazione raffinate e, soprattutto, multicanale: siti, blog, forum, video, fino ai servizi di comunicazione diretta (da Skype a WhatsApp). Secondo alcune ricerce del governo francese, i militanti jihadisti si annidano persino nei siti di incontro per l’anima gemella. Visto che il target è costituito da giovani, il grimaldello della propaganda è rappresentato dal ricco arsenale dei social, da Facebook a Twitter passando da Instagram.

Secondo le autorità, "i reclutatori mentono promettendo un avvenire, degli ideali, delle cause da difendere. Ricorrono a tecniche di manipolazione mentale per indurre questi giovani a ripudiare scuola, lavoro e persino la propria famiglia". Come riconoscere una persona che si sta affiliando all'Isis? Il sito “Stop Dihadisme” offre un'infografica attraverso la quale spiega quali sono i nove "campanelli d’allarme". In primis, i nuovi affiliati diffidano dei vecchi amici che ora considerano “impuri”; rigettano i membri della loro famiglia; cambiano in modo brusco le loro abitudini alimentari. Abbandonano scuola o istituti di formazione, perché l'Isis ritiene che l’insegnamento fa parte di un "complotto".

Smettono di ascoltare la musica e non guardano più né tv ne il cinema, per non vedere immagini che sono loro proibite. inoltre, Interrompono le attività sportive perché nella maggior parte dei casi sono miste (maschi e femmine). Cambiano il loro vestiario, in particolare le ragazze usano abiti che nascondono il loro corpo. Su internet frequentano assiduamente reti sociali a carattere radicale. Più in generale, ripiegano su se stessi, rifiutando ogni forma di autorità e di vita sociale.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Segretario del Pd Matteo Renzi
ELEZIONI

Renzi: "Il Pd sarà il primo partito"

"Boschi oggetto di un’attenzione spasmodica, si deve candidare"
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Robert Mueller
RUSSIAGATE

Accuse a Mueller: "Mail acquisite in modo illegale"

Lo sostiene Kory Langhofer, legale di "Trump of America". La replica: "Avevamo il consenso"
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Il luogo dell'esplosione
MOLOTOV CONTRO LA POLIZIA

S'indaga anche negli ambienti ultras

Il commissariato Prati gestisce il servizio d'ordine durante le partite all'Olimpico