Oltraggio al presepe

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Il nome dell'hot dog deriva dalla somiglianza della salciccia, secondo l'inventore del celebre panino, con il cane bassotto (“dog” in inglese significa cane). Ebbene, tra l'animale e il pasto americano c'è un nuovo nesso, purtroppo molto meno simpatico di quello sopracitato.

Due aziende hanno deciso di lanciare una campagna pubblicitaria ambientata nella Natività sostituendo il Bambino Gesù l'una con l'hot dog e l'altra con un cane.

L'hot dog della catena alimentare britannica

La prima a destare scandalo, a metà novembre, è stata un'azienda di prodotti da forno britannica. Nella promozione del suo calendario d'Avvento, ha proposto delle immagini in cui anzichè il Verbo Incarnato, tra i tre Magi in adorazione, compare un hot dog morsicato.

La bizzarra scelta ha destato scandalo. È stata segnalata dall'associazione Freedom Association, che ha definito la pubblicità “malata”. Secondo l'organizzazione di stampo conservatore, l'azienda “non dovrebbe permettersi di insultare le religioni”. Critiche anche da parte dell'Alleanza evangelica britannica, che ha accusato i produttori di alimenti di aver “creato appositamente uno scandalo indecente per vendere di più“. Daniel Webster, portavoce dell'Alleanza evangelica britannica, ha rilevato che ogni anno c'è qualche azienda che per fini commerciali oltraggia il Natale, “ma – ha aggiunto – sembra che la sensibilità peggiori ogni anno”.

Molti utenti hanno annunciato che boicotteranno la catena, che tuttavia non è tornata sui propri passi. Il controverso calendario d'Avvento non è stato ritirato, sebbene sia stata pubblicata una nota ufficiale per scusarsi: “Siamo molto dispiaciuti se abbiamo offeso qualcuno, non era nostra intenzione”. In ogni finestra del calendario si trova un prodotto con un buono sconto per l'acquisto dello stesso.

Il cane della multinazionale svedese

Dai panini ai mobili. Una nota multinazionale svedese ha deciso per “il momento più atteso dell'anno” – come recita una scritta sovrastante – di lanciare una campagna pubblicitaria la cui immagine allude chiaramente alla rappresentazione della Natività: mostra un uomo e una donna accasciati sotto a un tavolo adornato di luci natalizie ed intenti ad accudire un cane. Sì, sembra proprio una distorsione del presepe, anche se l'obiettivo dichiarato non sarebbe questo.

Come hanno annunciato molti cittadini britannici, quando la pubblicità sconfina nel dissacrante, i fedeli cattolici, che sono anche clienti, hanno la possibilità di esprimere il loro disappunto con l'arma pacifica e legittima del boicottaggio.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.