GIOVEDÌ 16 APRILE 2015, 000:01, IN TERRIS

"TROPPO IMPEGNATIVO". NEGANO A UNA DISABILE L'ADOZIONE DI UN CANE

CLAUDIA GENNARI
"TROPPO IMPEGNATIVO". NEGANO A UNA DISABILE L'ADOZIONE DI UN CANE
Niente cane in adozione perché la ragazza è disabile. Questa la vicenda di Andrada Torello, che aveva chiesto ai suoi genitori un animale da compagnia, richiesta che il padre Luca pensava di poter soddisfare in poco tempo. Invece, come riporta il Redattore Sociale, la sua ricerca di un cane da adottare “si è trasformata in un esempio dell’ignoranza e del pregiudizio che tuttora le persone con disabilità e le loro famiglie si trovano a dover subire”. La famiglia ha infatti risposto a due annunci pubblicati su internet, ricevendo altrettanti rifiuti. La motivazione è che la ragazza “ha una disabilità di tipo grave, al 100%, dovuta ad encefalopatia cronica infantile dalla nascita, in sostanza un ritardo mentale” che comunque non le impedisce di essere quasi autosufficiente e di esprimersi verbalmente o a gesti.

Il primo no è arrivato da un privato cittadino, proprietario di un cucciolo messo in adozione. La persona che aveva inserito l’annuncio sul web aveva promesso in un primo momento di inviare un questionario di pre-affido da compilare, poi però, alla notizia della disabilità, ha detto che erano sorte delle difficoltà. La situazione si è ripetuta poche settimane più tardi, con il volontario di un’associazione. “Non ci siamo arresi – dice Luca – e due settimane fa abbiamo trovato un altro cucciolo da adottare”. Hanno allora contattato telefonicamente la persona che aveva inserito l’annuncio online che aveva risposto inviando il questionario di pre-affido. Dopo qualche giorno dallo scambio della documentazione è arrivato il secondo “no”: “Il cane è vivace, impegnativo – è il messaggio scritto ai Torello dal proprietario del cane che avrebbero voluto adottare – necessita di educazione e dedizione. Rischierebbe di costituire un ulteriore aggravio per una famiglia che già si deve occupare di un disabile”.

La storia però ha un esito positivo: Andrea alla fine è riuscita ad adottare il suo cucciolo, rivolgendosi a un canile bolognese che in poco tempo ha trovato un cane per la ragazza. “Tuttavia questa storia è avvilente – commenta Lilia Casali di Animal Liberation, l’associazione che, assieme a Cruelty Free, gestisce il canile comunale di Bologna – non solo fare distinzioni tra persone normodotate e disabili è discriminatorio, perché ciò che conta è che l’animale sia trattato con rispetto e amore, ma che i cani siano tra gli animali utilizzati per la pet therapy è risaputo, e con ottimi risultati”. Anche al Rifugio del cane e del gatto – struttura pubblica per animali randagi del capoluogo emiliano – ci sono degli specialisti che si occupano proprio di questo, e sostengono che i benefici di tale terapia sono visibili fin dalle prime sedute.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Calcio, Italia vs Spagna
MONDIALI RUSSIA 2018

Fuori la Spagna, dentro l'Italia

Per la Fifa le ingerenze del governo spagnolo possono essere sanzionate con l'esclusione della Roja dalla fase finale del...
Shopping natalizio per le vie di Milano
NATALE | COLDIRETTI

Il 39% degli italiani spenderà la tredicesima in regali

Ogni famiglia spenderà in media 528 euro tra cibo, viaggi e divertimento
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini
Il sistema Kepler 90 e il nostro a confronto:
KEPLER

Scoperto il gemello del Sistema Solare

Formato da otto pianeti, dista 2.545 anni luce
Polizia
OSTIA

Arrestati ex dirigente del Municipio e due imprenditori

Accusati di corruzione, abuso d’ufficio, falsità ideologica e millantato credito
MEDICI E VETERINARI

Nuovo sciopero a febbraio

Fermi i giorni 8 e 9. Sindacati: "La sanità pubblica è in emergenza"
Il premier Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Dublino e relocation scogli in discussione Ue"

Lo ha detto il premier italiano dal summit europeo di Bruxelles
L'esito del voto sul Biotestamento (Lapresse)

Congiura contro la vita

Il cupo sodalizio tra Pd e Movimento 5 stelle sul fine vita ha determinato al Senato della Repubblica...