DOMENICA 16 DICEMBRE 2018, 00:04, IN TERRIS

Nessuno spazio per il presepe al centro commerciale

In Scozia si alza l'indignazione di cattolici e protestanti, ma la direzione è inamovibile

REDAZIONE
Coppia inscena la Natività fuori dal centro commerciale in Scozia - Fonte The Scottish Sun
Coppia inscena la Natività fuori dal centro commerciale in Scozia - Fonte The Scottish Sun
C

attolici e protestanti uniti in Scozia per lamentare la decisione della direzione di un centro commerciale di non voler includere una mangiatoia nel suo spettacolo natalizio, perché crede di poter offendere così i clienti di altri credo o senza affiliazione religiosa. Il centro commerciale, che si trova a 40 miglia a nord-ovest della capitale Edimburgo, ha fatto sapere che considera un "vanto" essere "neutrale dal punto di vista religioso e politico" e non crede che i clienti debbano essere "soggetti alle credenze di un singola organizzazione", riporta il quotidiano Scottish Sun.

Nonostante le lamentele, i vertici del centro hanno detto che non torneranno sulla loro decisione. Un portavoce dell'Arcidiocesi di St. Andrews e di Edimburgo ha dichiarato il 5 dicembre che "in questo periodo dell'anno, i presepi di Natale adornano molte piazze pubbliche in tutte le isole britanniche, portando gioia a quasi tutti coloro che vi si trovano, indipendentemente dalla loro religione". Per questo, secondo l'Arcidiocesi, il centro commerciale in questione ha tolto agli avventori un motivo di gioia tipico di questo periodo. "Nel vero spirito del Natale, chiederemo loro di riconsiderare tale decisione", è stata la richiesta del portavoce. Anche la Chiesa scozzese ha deplorato la decisione e un portavoce ha dichiarato: "Riteniamo molto deludente che il vero significato del Natale sia stato completamente perso".  "Quando un centro commerciale decide di dedicarsi esclusivamente al consumismo, escludendo la ragione per celebrare il Natale, è un giorno triste per tutti noi", ha detto.

Così la redazione di Scottish Sun ha provato a far entare nel centro commerciale, documentando la scena, un uomo e una donna vestiti da San Giuseppe e Maria, con un bambolotto a fare la parte di Gesù Bambino. La coppia è stata respinta dalla sicurezza, ma è stata invece salutata calorosamente da clienti, che hanno apprezzato l'iniziativa. Segno del fatto che la gente, a prescindere dal proprio credo, ama il presepe quale simbolo di festa e della propria cultura.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Dorothea Wierer
COPPA DEL MONDO

Biathlon, trionfo per Dorothea Wierer

L'altoatesina conquista la Coppa generale, è la prima in assoluto per l'Italia. Lisa Vittozzi (2a) completa il...
La Viking Sky in balia delle onde
NORVEGIA

La Viking Sky attracca a Molde

Incubo finito: tutti in salvo i 1300 passeggeri, 460 evacuati con gli elicotteri
Xi Jinping
LA VISITA

Xi a Palermo, un'eredità reciproca

Il presidente cinese vola nel Principato di Monaco dopo una giornata intensa in Sicilia: "Aumenteranno i turisti...
Il piatto finito
LA RICETTA DEL WEEKEND

Pennette panna e gamberetti: giocare facile a tavola

Bastano pochi ingredienti per realizzare un piatto da consumare da soli o in famiglia
Rafi Eitan
ISRAELE

Addio a Rafi Eitan, catturò Eichmann

La leggenda del Mossad si è spenta a 92 anni. Pose fine alla latitanza dell'ex SS
Italia-Finlandia 2-0. L'esultanza degli Azzurri dopo la rete di Barella
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

La giovane Italia parte forte: Barella-Kean, Finlandia k.o.

Gli Azzurri s'impongono 2-0 alla Dacia Arena. Qualcosa da sistemare ma la strada è giusta. Esordio per Zaniolo