Nel volo Manchester-Zara 70 ubriachi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Magari chi ha paura dell'aeroplano magari l'ha fatto: bere un bicchierino per non pensare troppo al volo che sta per affrontare. Però nel volo Ryanair diretto da Manchester a Zara è successo molto di più. Infatti 70 persone che sono salite a bordo, operazione per la quale hanno avuto parecchie difficoltà, erano completamente ubriache. Rendendo il viaggio, con molta probabilità verso le vacanze, un incubo per gli altri passeggeri. Tre ore di urla, canti e vomito.

La ricostruzione della vicenda

Tra gli sfortunati testimoni una coppia che inorridita dall'accaduto ha raccontato la terribile esperienza. “Erano incontrollabili, nessuno riusciva a calmarli”, hanno dichiarato. Chi ha partecipato al volo ha raccontato di aver visto anche uno degli scalmanati vomitare nel corridoio dell'aereo. Circostanza anche attribuibile al fatto che molti dei 70 urbiachi non si sono allacciati le cinture. Anzi alle tradizionali spiegazioni pre volo di hostess e steward hanno urlato ancora più forte. “Era come essere in un locale notturno senza musica, era l’inferno sulla terra. E’ stato il peggior volo della mia vita, assolutamente spaventoso. L’unico modo in cui possa descriverlo è quello di essere in un nightclub a 10 mila piedi da terra”, ha spiegato una testimone. E ancora: “Erano chiaramente ubriachi anche prima dell’imbarco, ma gli è stato permesso di salire. Erano incontrollabili, nessuno risciva a calmarli. Una situazione del tutto inaccettabile, in pratica era come se fossero in una festa sull’aereo. Erano animali”. Dalla compagnia un portavoce ha fatto sapere che “gli assistenti di volo hanno chiesto l'intervento delle froze dell'ordine prima che queste persone moleste entrassero nell'aereo”. Soltanto una volta atterrato è intervenuta la polizia croata che ha arrestato tre uomini. Una certezza finale, non sarà stato facile per gli altri passeggeri ascoltare: “Speriamo di rivedervi presto a bordo”. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.