Stalker telefona 180 al giorno alla ex e la minaccia di morte

Stalker perseguitava la ex arrivando a farle 180 telefonate al giorno, minacciandola di morte, pedinandola e danneggiandole l'auto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:16

Avrebbe perseguitato la ex compagna convivente per un anno e mezzo arrivando a farle 180 telefonate al giorno, minacciandola di morte, pedinandola e danneggiandole l’auto. I carabinieri hanno arrestato un 56enne del Barese con l’accusa di stalking.

L’uomo, hanno accertato i militari sulla base di diverse denunce della vittima, non aveva accettato la fine della relazione. L’avrebbe prima pressata con centinaia di telefonate, contenenti anche minacce di morte e ingiurie. Poi avrebbe cominciato a pedinarla fino a danneggiarle il finestrino dell’auto.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere

L’ultimo episodio risale a qualche giorno fa: dopo l’ennesimo pedinamento sarebbe riuscito a raggiungere la ex compagna, a fermarla per chiederle di riallacciare la loro relazione e, al suo rifiuto, le avrebbe sottratto le chiavi dell’autovettura, minacciandola, desistendo poi perché la donna ha chiesto aiuto ad alcuni passanti.

La terza dettagliata denuncia della vittima ha contribuito a ricostruire il quadro accusatorio che in pochi giorni ha portato il Tribunale ad emettere nei confronti del 56enne un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.