Mega piantagione di cannabis scoperta in Sardegna, 2 arresti

Tremila piante sequestrate dalla Gdf, potevano generare un giro d'affari per un valore di 3 milioni di euro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:23
Immagine di repertorio

Circa tremila piante di “Cannabis Indica” di varie dimensioni, comprese tra i 50 e gli 80 centimetri di altezza, tutte in piena fioritura. Sono state sequestrate dal Reparto Operativo Aeronavale di Cagliari della Guardia di Finanza. Un’operazione che ha bloccato un possibile giro d’affari da tre milioni di euro.

Comem è avvenuta l’individuazione

Le Fiamme Gialle avevano già adocchiato la piantagione grazie agli elicotteri. Poi è scattato il blitz nelle campagne di Mugori, a Dolianova, a una ventina di chilometri da Cagliari. Tra i filari sono state sorprese due persone che, alla vista dei finanzieri, hanno tentato la fuga attraverso un fiumiciattolo scagliando delle pietre contro i militari. I due uomini – uno di 40 anni originario di Dolianova e l’altro di 43 anni originario di Carbonia – sino stati però subito raggiunti e arrestati, grazie anche al pedinamento di un elicottero.

All’interno della piantagione è stato rinvenuto un sofisticato sistema di irrigazione, alimentato da un potente gruppo elettrogeno e collegato direttamente ad un corso d’acqua naturale. Trovati anche molti contenitori di fertilizzanti utilizzati per la crescita rapida e continua delle infiorescenze. L’accusa nei confronti delle due persone arrestate è coltivazione abusiva di canapa indiana. Le piante sequestrate, dopo il nulla osta dell’autorità giudiziaria, verranno distrutte.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.