SABATO 06 LUGLIO 2019, 00:04, IN TERRIS


MALASANITÀ

Malata di cancro, le rimandano l'ecografia di 10 mesi

Il giorno prima della visita, la telefonata: "il medico è assente"

MARCO GRIECO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Presidio Ospedaliero di Policoro
Presidio Ospedaliero di Policoro
C

i sono ritardi e ritardi. Per alcuni, come i malati oncologici, il tempo è il discrimine tra la guarigione e la malattia e, in taluni casi, un argine tra la vita e la morte. Quando il ritardo si traduce, dunque, in un disservizio ospedaliero, la cosa risulta inaccettabile. Si tratta del caso di una donna lucana, originaria di Pisticci che, paziente oncologica da quattro anni, ha dovuto aspettare sette mesi per un'ecografia mammaria. La stessa paziente ha deciso di denuciare tutto in un video pubblicato sul web.


Routine e ritardi

Un paziente oncologico pluriennale conosce bene la "brutta routine" cui è sottoposto: visite specialistiche, esami diagnostici, ulteriori visite specialistiche. Le ecografie, tanto quanto le tomografie, sono tra gli esami diagnostici più consigliati dagli oncologi, perché consentono di monitorare l'andamento di una neoplasia, eventuali ricadute e regressioni. Per questo, è importante che tali esami vengano fatti a cadenza fissa, evitando slittamenti o ritardi. Eppure la donna in questione, affetta da un cancro al seno, per un'ecografia ha dovuto aspettare sette mesi dalla data indicata. L'esame in realtà, le era già stato assegnato, eppure il giorno prima dell'ecografia, il Presidio della città di Policoro le ha comunicato, con una telefonata, che il medico mancava. Tutto questo è stato denunciato dalla paziente nel video: "Voglio testimoniare, per voce mia e di tutte le donne, e denunciare questi disservizi" ha detto. Per una presunta vacanza del medico, la paziente ha dovuto rifare la trafila tramite il Centro unico di prenotazione dell'Ospedale per poi sentirsi dire che la prossima data disponibile sarebbe stata ad aprile 2020.


L'appello via web

L'appello della donna sul web arriva, dunque, come voce disperata a nome di tutti quei pazienti che spesso, per presunti disguidi, devono attendere svariati mesi per un esame diagnostico. Per un paziente oncologico, questo potrebbe implicare anche la perdita della vita: "Con questo appello voglio allertare le autorità sanitarie lucane così che possano mobilitarsi per risolvere un problema creato dalla pura e semplice burocrazia" ha dichiarato la donna alla Gazzetta del Mezzogiorno.

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il duomo di Genova
SOLIDARIETÀ

Genova, per sostenere il Museo Diocesano basta un clic

Ai mecenati giungono costanti informazioni sullo stato delle opere
Un traghetto in un porto laziale
SCIOPERO

Settimana di caos per il trasporto pubblico

Tra il 24 e il 26 luglio, treni, aerei e navi rimarranno fermi
La manifestazione No Tav
ALTA VELOCITÀ

Scontri in Val Susa, 20 denunciati

Scattano i primi provvedimenti dopo la notte di violenze
Conte in una visita al Parlamento Europeo
LA LETTERA

Salvini e Conte: è scontro sull'autonomia

Il governo è in bilico, Zaia: “Se non si fa il governo non ha senso”
Una ragazza nigeriana costretta a prostituirsi
INCUBO TRATTA

Sgominata rete di prostituzione nel teramano

Le ragazze, alcune giovanissime, erano soggiogate attraverso riti voodoo e metodi coercitivi
Il duomo di Reggio Calabria
CULTURA

L'ultima iniziativa del Museo Diocesano di Reggio Calabria

Un percorso eccezionale, reso unico da un divulgatore speciale

Un grande programma di governo!

Idati parlano chiaro ed i conti non tornano. L’economia sommersa non dichiarata dagli italiani equivale a 119...
Acquario di Genova
GENOVA

Work experience per ipovedenti all'Acquario

Progetto promosso dall’Istituto David Chiossone e finanziato dalla Regione Liguria
Luca Parmitano, che sarà per 200 giorni sulla Stazione Spaziale Internazionale
ESPLORAZIONE NELLO SPAZIO

Soyuz è partito, Parmitano alla volta dello spazio

Avvenuto il lancio del razzo che porterà il cosmonauta italiano sulla Stazione Spaziale Internazionale
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
COMMEMORAZIONE ALLUNAGGIO

Mattarella: "Sbarco sulla luna traguardo epocale dell’umanità"

"Tutto ciò aiuti i popoli a sentirsi più vicini, a superare egoismi, odii e conflitti"