GIOVEDÌ 25 OTTOBRE 2018, 00:01, IN TERRIS


PAMPLONA

Madre segnala il pedofilo a scuola del figlio: licenziata

La donna è stata espulsa dalla polizia municipale dopo la condanna per il reato di rivelazione di segreti di ufficio

REDAZIONE
Agenti municipali di Pamplona
Agenti municipali di Pamplona
U

n messaggio Whattsapp può costare il posto anche se in ballo c'è la difesa dei propri figli. E' quello che è successo in Spagna dove il Tribunale penale di Pamplona ha condannato un'agente della polizia municipale ad una sanzione pecunaria pari a 4.200 euro e, soprattutto, all'interdizione dai pubblici uffici. Quest'ultimo provvedimento ha comportato inevitabilmente il licenziamento della donna in attività da ben 18 anni.


La condanna

La condanna è arrivata per aver commesso il reato di rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio nello svolgimento delle sue funzioni di pubblico ufficiale. La colpa addebitata alla donna è quella di aver inviato su Whattsapp una fotografia di un rapporto interno che la Polizia Provinciale di Navarra aveva a sua volta mandato alla polizia locale e che riguardava un uomo con precedenti per abuso di minori. L'agente di polizia municipale, accompagnando il figlio a scuola, avrebbe notato il sospetto nell'area antistante l'edificio e avrebbe così inviato il messaggio al marito, anch'egli poliziotto. Quest'ultimo, a sua volta, avrebbe inviato la fotografia del rapporto ad un suo collega e padre di un bambino frequentante lo stesso istituto. La catena sarebbe poi continuata successivamente con la diffusione della fotografia illegittima in una chat di gruppo di madri di alunni della scuola coinvolta effettuata dalla moglie del secondo poliziotto allertato. La rapida circolazione del file avrebbe, così, creato un meccanismo di psicosi nei genitori causando sollecitazioni rivolte ai dirigenti scolastici. In questo modo, dunque, sarebbe emerso l'atto illecito commesso dall'agente municipale che è stata condannata per questo dal Tribunale di Pamplona.


Le conseguenze

La sentenza dei giudici spagnoli ha stabilito che c'è stata violazione della privacy e della presunzione di innocenza del sospetto pedofilo ed ha quindi sanzionato la madre premurosa. L'interdizione dai pubblici uffici per il reato di rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio ha determinato, quindi, il licenziamento della donna dalla polizia municipale della città. Antonio Suarez Valdes, avvocato dell'ex agente, ha così commentato al quotidiano "El Pais" la vicenda: "E' molto triste che un'agente finisca disoccupata nel tentativo di impedire un crimine di pedofilia all'interno della scuola di sua figlio, ciò che ogni genitore avrebbe fatto"

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TURCHIA

Terremoto magnitudo 5.5, nessuna vittima

Colpita la provincia di Denizli, danneggiate alcune case in legno
Nicola Zingaretti

Noblesse oblige

Appena eletto a Segretario nazionale del Partito Democratico, su Nicola Zingaretti immediatamente un settimanale...
La stretta di mano fra i due presidenti
USA

Trump riceve Bolsonaro, intesa a Washington

Primo faccia a faccia fra i due presidenti: commercio, Venezuela e Nato al centro dei colloqui
Lorenzo Orsetti
SIRIA

Recuperato il corpo di Lorenzo Orsetti

Lo conferma suo padre. Il combattente italiano in un video: "Rifarei questa scelta cento volte"
La nave
MIGRANTI

Salvini: "Non è salvataggio, ma traffico esseri umani"

Così il vicepremier a proposito della "Mare Ionio", ancora al largo delle coste libiche
L'ambasciatore Usa Grenell
LO SCONTRO

Berlino e Washington ai ferri corti

Huawei e spese militari, rapporti tesi. Chiesta l'espulsione dell'ambasciatore Usa