La “magia” di Celine Dion: i bimbi diventano “gender neutral”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

C'è chi lo ha definito un video di propaganda all'ideologia gender. Ne è protagonista la nota cantante canadese Céline Dion, che per lanciare la sua marca di abbigliamento per bambini, ha girato un filmato in cui lei, la protagonista, si assume il compito di “liberare” i neonati dalla binomia di genere, come spiega il sito Oltre la Musica.

Il video

L'artista è vestita come un agente 007. Corre in auto, di notte, verso un ospedale. Si intrufola all'interno e si reca nel reparto maternità. Giunta nella stanza dove dormono i neonati, accuratamente divisi per sesso con tutine rosa o azzurre, come fosse una maga soffia una ventata di coriandoli dorati che trasformano i pigiamini pastello dei piccoli in abiti bianchi e neri a stampe, rendendo impossibile l'identificazione di genere. L'indicazione sul muro che suddivide il lato dei bambini e quello delle bambine viene sostituita con il logo del marchio d'abbigliamento. Dal rosa e azzurro si passa a un lugubre bianco e nero. Nella scena successiva la telecamera indugia su alcuni neonati: uno ha una bandana raffigurante dei teschi, simbolo di morte, un altro la maglietta con la scritta “New Order”, ovvero “Nuovo Ordine”, dando così l'impressione che sia un inno a un nuovo ordine mondiale contraddistinto dall'indifferenza sessuale.

La linea di moda

All’Huffington Post la Dion ha dichiarato: “Vorrei solo rimuovere uno stereotipo. I bambini devono scegliere da soli il loro percorso. Questa linea di moda è stata pensata per permettere ai bambini di essere liberi e trovare la propria individualità. Voglio incoraggiare il dialogo, l’uguaglianza e altre possibilità“. Ancora più chiara la filosofia aziendale del marchio se si legge sulla pagina principale del sito: “Una sola voce: la moda ha il potere di modellare la mente delle persone. Ispirate i vostri figli ad essere liberi e a trovare la propria individualità grazie ai vestiti”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.