GIOVEDÌ 30 NOVEMBRE 2017, 00:04, IN TERRIS

SOCIAL NETWORK

Insulti choc contro militante Pd: "Spero ti stuprino"

Losacco: "Certi gesti non possono restare impuniti"

LAURA BOAZZELLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Foto Facebook - Francesca Scarpato
Foto Facebook - Francesca Scarpato
I

n una società come quella dei nostri giorni, anche una giovane donna che crede fermamente in determinati ideali politici e milita nelle file di un partito, diventa oggetto di violenze verbali e minacce. E' quanto accaduto nei giorni scorsi a Francesca Scarpato, segretaria regionale dei Giovani Democratici della Campania, che tramite il suo profilo Facebook racconta: "Ieri sera un uomo mi ha augurato pubblicamente di essere stuprata solo perché milito nella fila del Partito Democratico". Un augurio inquietante, che tuttavia non è bastato a intimorire la militante dem. "Ieri notte mi sono addormentata col sorriso di chi continuerà a fare politica e combattere - scrive la ragazza sul suo account Facebook - affinché, anche, una eventuale figlia, nipote, parente di questo 'signore' possa fare della propria vita quello che vuole, dove vuole e con chi vuole finanche - aggiunge - iscriversi e militare nelle fila di un partito politico senza, per questo, avere paura di nulla".


Il commento

"Speriamo ti stupri qualche vostra risorsa, ma chi vi stà più a sentire?", è il commento di un tale Simone Pasqualini che spicca tra le tante reazioni ad un video, postato dalla stessa Scarpato e intitolato "Oltre i luoghi comuni. Ecco le battaglie dei giovani del Pd". 


Il sostegno del Pd

Come riporta il Corriere della Sera, immediata è stata la solidarietà di molti esponenti politici. Tra tutti spicca quella di Alberto Losacco, parlamentare del Pd, recentemente impegnato a Napoli come garante del congresso provinciale, scrive: "Fa bene Francesca a ribadire che tutto questo non farà indietreggiare di un centimetro il suo impegno politico. È la risposta migliore che si può dare a questo clima che attraversa parte della Rete. Noi dobbiamo difendere un'idea della politica come luogo del confronto anche aspro, ma sempre nel rispetto delle persone e in particolare delle donne che sono le principali vittime di messaggi così barbari e violenti. Massima solidarietà a Francesca. Che le forze dell'ordine individuino il responsabile. Certi gesti non possono restare impuniti".


Le reazioni del web

In poche ore il post ha raggiunto centinaia di reazio e numerose condivisioni. In tanti hanno manifestato, tramite un commento o un messaggio, soliedarietà alla giovane militante. "Lotta sempre per ciò che credi", "Vai avanti, per la tua strada", "Siamo tutti con te", "Forza segretaria!", si legge tra i tanti commenti postati. E ancora: "Questo è il miglior modo per rispondere a minacce di questo tipo. Testa alta e schiena dritta! Un abbraccio!", e "Sono quelle come te che mi fanno credere che l'Italia avrà un futuro migliore. Brava!". Non mancano poi commneti sarcastici: "Dire: 'un uomo' mi sembra esagerato: 'un ebete' sarebbe stato il termine più congeniale per definire un soggetto del genere".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?

DAL RAZZISMO AGLI STUPRI VIRTUALI: ECCO IL MONDO DEGLI HATERS

haters
Tecnicamente si chiamano “haters” (“odiatori”), ma c’è chi, ironicamente, li definisce “leoni da...
NEWS
Bullismo
MINORI VIOLENTI

Lunedì in aula la legge che toglie i bulli alle famiglie

Numero verde per le vittime e multe ai genitori che non mandano i figli a scuola
Case chiuse

Regione pappona

Il maligno non si rassegna mai, tantomeno quando viene compiuto un gesto simbolicamente fondamentale e senza...
Calzaturificio
EMPOLI

Pagati un euro l'ora: 2 arresti per caporalato

Migranti africani sfruttati in ditte calzaturiere gestite da due coniugi cinesi
Il degrado nell'ex-stabilimento Thyssen di Torino - Foto © Alessandro Di Marco per Ansa
DIRITTI UMANI

Thyssen, la Corte Europea avvia un procedimento contro Italia e Germania

I due Paesi dovranno chiarire a Strasburgo perché i manager dello stabilimento, seppure condannati, sono ancora in...
Giornata Mondiale dei Poveri 2019: logo e tema
EDIZIONE 2019

Giornata Mondiale dei Poveri: le iniziative diocesane

A Rimini un gruppo di giovani condividerà la notte con i senzatetto
Decorazioni natalizie

Sì al Natale a scuola

Si avvicina Natale e immancabilmente alcuni insegnanti, stavolta in provincia di Ancona, ripropongono il solito...
Magistratura

La Magistratura non risponde a logiche politiche

La Magistratura per sua natura ha funzione e carattere professionale. Non è un soggetto del gioco politico o...
Una veduta aerea del complesso scolastico teatro della sparatoria
IL DRAMMA

Sangue negli Usa: spari in un liceo di Santa Clarita

Uno studente di 16 anni ha ucciso due compagni, ferendone altri quattro. Arrestato, anche lui sarebbe gravemente ferito
Fotografia di Stefano Cucchi
ROMA

Caso Cucchi, 12 anni per due carabinieri

Si tratta dei due militari accusati del pestaggio. Tedesco assolto dall'accusa di omicidio preterintenzionale. Prescrizione...
Jorge Lorenzo
MOTO GP

Lorenzo si ritira: ultima gara a Valencia, dove iniziò tutto

Il fuoriclasse maiorchino chiuderà la carriera dove conquistò il primo titolo mondiale: "Era meglio...
L'autoproclamatasi presidente Jeanine Áñez pronuncia il discorso prima di assumere la presidenza
BOLIVIA

La neopresidente Áñez cambia i ministri. Morales dal Messico la condanna

Rimpasto dell'esecutivo a La Paz. Aumentano le incognite di un Paese in bilico
Alvin accompagnato da due membri della Croce Rossa e Mezzaluna rossa Internazionale
AUDIZIONE PROTETTA

Il dramma di Alvin: "Ho visto morire mia mamma"

Il racconto shock del bimbo 11enne, portato in Siria proprio dalla madre unitasi al Califfato. Sei giorni fa il rientro in...