VENERDÌ 27 APRILE 2018, 00:04, IN TERRIS

25 APRILE

Gioco choc per bimbi: bastonate al fantoccio di Mussolini

Antifascisti rievocano piazzale Loreto a Macerata, coinvolgendo i più piccoli in una macabra pignatta

SIMONE PELLEGRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Fantoccio di Mussolini a Macerata
Fantoccio di Mussolini a Macerata
C

ome contribuire a rendere la società di domani ancora più violenta e carica di livore? Semplice: educando all'odio le giovani generazioni. Così come hanno pensato di fare alcuni militanti antifascisti di un centro sociale e di una palestra popolare a Macerata, in occasione dei festeggiamenti per il 25 aprile. La città marchigiana, che a febbraio ha occupato le pagine dei giornali per il brutale omicidio di Pamela, per il raid di Luca Traini e per il corteo contro il razzismo in cui si è inneggiato alla tragedia delle foibe, sembra non trovare pace.

Gli attivisti rossi in piazza Cesare Battisti, in pieno centro città, hanno appeso a testa in giù un manichino di Benito Mussolini, rievocando la mattanza che si consumò in piazzale Loreto, a Milano, al termine della seconda guerra mondiale, quando i corpi privi di vita del duce e della sua amante, Claretta Petacci, furono esposti al pubblico ludibrio. Fu un'immagine, quella, che indignò anche tanti italiani dalle idee agli antipodi da quelle del fascismo. Evidentemente, quell'immagine sta invece a cuore di chi ha organizzato una macabra pignatta col fantoccio di Mussolini a Macerata.

A settant'anni da quei fatti di sangue, gli antifascisti maceratesi hanno coinvolto i bambini in questo brutto gioco: rompere la testa a bastonate al finto duce per conquistare caramelle e dolciumi contenuti all'interno del cranio rasato a zero. Una volta deturpato, il pupazzo in divisa fascista è stato sostituito da un altro manichino pelato in maglia nera e croce celtica sul petto. Come scrive il quotidiano locale Picchio News, potrebbe essere la rappresentazione di Luca Traini o comunque di un generico neofascista.

La pignatta è stata condannata da Romano Carancini, sindaco di Macerata, che l'ha definita “una messa in scena ignobile e indegna". Secondo il primo cittadino si tratta di "una provocazione inaccettabile per la nostra comunità che tradisce il vero senso della Festa del 25 aprile, infanga il significato stesso dell’antifascismo e fa male alla città". Carancini annuncia di aver "comunicato alla Digos, su richiesta della stessa, le circostanze dei fatti e trasmesso i documenti al fine di accertare le eventuali responsabilità, rispetto alle quali l’Amministrazione si riserva ogni azione”.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Mario Sossi durante il rapimento
MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Pedoni solitari
53° RAPPORTO CENSIS

Italiani sempre più ansiosi e dipendenti da smartphone

Lo scenario politico odierno è affollato da "non decisioni"
Bimba in lacrime al nido
VARESE

Maltratta i bimbi e si apparta col compagno: maestra sospesa

"Guardati, fai schifo", "piangi che così ti passa" sono le frasi rivolte alle piccole vittime del...
Volontarie della croce rossa e personale ospedaliero
SALUTE

Firmato accordo tra Croce rossa e Campus bio-medico

Le crocerossine, con la loro attività di volontariato, supporteranno l’attività infermieristica
Parte del manifesto blasfemo apparso a Bologna

Un'offesa alla Mamma Celeste

A Bologna, una festa universitaria diventa blasfema
Donald Trump
KIEVGATE

Via libera all'impeachment: cosa rischia Trump

L'annuncio della speaker Nancy Pelosi ha mandato su tutte le furie il presidente. Ma c'è lo scoglio del Senato
Concilio Vaticano II

Pietro non fa politica

La tentazione è vecchia di due millenni: cercare di tirare la bianca veste verso una parte,...
Palazzo Chigi
GOVERNO

Manovra, salta l'intesa in Cdm

Ok alla riforma del processo civile ma Italia viva fa muro su sugar e plastic tax. Conte: "L'esecutivo va avanti"
AFRICA

Ecco chi sono le 14 persone rapite dall'Isis

La notizia è stata diffusa dal Site
L'elemosiniere di Sua Santità, Konrad Krajewski, e Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant'Egidio, mentre accolgono i 33 profughi provenienti da Lesbo a Roma Fiumicino - Foto © Sir
CHIESA IN USCITA

L'elemosiniere del Papa: "Se aprissimo le nostre parrocchie, a Lesbo non ci sarebbero più profughi"

Parla il cardinale Krajewski, giunto a Fiumicino ad accogliere 33 rifugiati
MILANO

Dramma fuori dalla metro, clochard muore di freddo

L'appello del sindaco Sala ai cittadini: "Invitateli ad andare nei centri"