Evade dai domiciliari per gettare spazzatura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

In questa storia il caldo avrà inciso per almeno due motivi. In primis è risaputo che tra gli effetti della stagione estiva ci sono le azioni strane, quantomeno discutibili e sulle quali si è poco riflettuto. Il secondo aspetto, invece, coinvolge olfatto ed igiene. Già perché un uomo di Corigliano Rossano (Cosenza) è uscito da casa per buttare l'immondizia, nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Peccato che quando si trovava fuori dalla sua abitazione, i carabinieri abbiano premuto più volte il campanello. I militari dell'Arma, dopo aver atteso a lungo una risposta, hanno notato che il 60enne R.F. stava tranquillamente facendo il suo rientro verso casa con la busta dei rifiuti vuota. A questo punto l'arresto è stato inevitabile. Per lui, il magistrato di turno ha disposto nuovamente la misura dei domiciliari. 

I precedenti

Diciamo che questa evasione è stata singolare, ma c'è chi l'ha combinata molto più grossa. A Giarre, in provincia di Catania, un uomo all'ennesima lite con la moglie si è tolto il braccialetto elettronico e si è recato direttamente in carcere, lamentandosi della consorte con gli uomini della Polizia Penitenziaria. Chiedendo loro di poter rientrare nella casa circondariale. Peccato che alcuni carabinieri erano già sulle sue tracce, quindi è stato arrestato e processato per direttissima. La decisione del giudice? Ancora domiciliari, ancora con la moglie. Ad Andria, invece, un uomo di 43 anni si allontana dall'abitazione e si dilegua in aperta campagna. I problemi sorgono quando si rende conto di essersi perso, a questo punto non gli resta altro che chiamare le forze dell'ordine per avere soccorso. Si trovava nei pressi di un agriturismo a circa cinque chilometri da casa sua. Chi invece non potrà mai dimenticare la sua avventura criminale è un ragazzo inglese che si è recato all'ufficio postale per fare una rapina, munito di una pistola giocattolo ed uno scadente travestimento. Un impiegato dopo avergli riso in faccia, l'ha allontanato a suon di schiaffi. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.