Delitto di Salerno: Trecento like al post su Facebook dell’assassino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:10

Stragi e social network. Negli ultimi anni sempre più persone scelgono il web per pubblicizzare i loro macabri atti. La vicenda stavolta riguarda un uomo di 32 anni che è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Eboli per aver ucciso a coltellate la ex moglie a Postiglione. Al momento il killer si trova in ospedale per una ferita al ginocchio riportata durante la colluttazione.

L’annuncio dell’omicidio era stato dato tramite un post su Facebook e ha scatenato il voyeurismo degli utenti che hanno “premiato” la scritta con 300 “mi piace”. Un trend che ha portato Facebook a oscurare la bacheca dell’omicida. L’ennesima dimostrazione di quanto la sovraesposizione mediatica scateni gli impulsi più vergognosi della psiche. Ormai tutto sembra destinato a essere spettacolarizzato, compresa la morte.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.