DOMENICA 29 MAGGIO 2016, 000:04, IN TERRIS

BABY BOATENG SUI CICCOLATINI, IRA XENOFOBA IN GERMANIA

MATTIA SHERIDAN
BABY BOATENG SUI CICCOLATINI, IRA XENOFOBA IN GERMANIA
BABY BOATENG SUI CICCOLATINI, IRA XENOFOBA IN GERMANIA
La Ferrero, multinazionale italiana che dilettato il palato di migliaia di bambini in tutta Europa, alla vigilia degli Europei di Calcio, ha deciso di procurarsi una fetta più grossa del mercato tedesco, aggiungendo sulle confezioni dei loro prodotti le foto dei calciatori della nazionale da piccoli. Sono gli stessi che hanno portato al trionfo mondiale la Germania: sulle celebri barrette, così, appare il sorriso di Jerome Boateng, o quello di Ilkay Gündogan, che suo malgrado in Francia non andrà per colpa di un infortunio.

Ma le confezioni dei Kinder-Ferrero, edizione speciale, non è piaciuta a tutti, e ha fatto infuriare i sostenitori di Pegida, forza di estrema destra. "È uno scherzo?", si sono chiesti sulla pagina Facebook del movimento xenofobo. Inutile controllare sul social se il post è vero, perché il profilo non esiste più, almeno per il momento: i loro attacchi razzisti, evidentemente, hanno indotto lo staff di Zuckerberg ad oscurarlo.

Pegida è l'acronimo di Patriotische Europäer gegen die Islamisierung des Abendlandes, cioè europei patriottici contro l'islamizzazione dell'occidente. "Non ci si ferma davanti a niente. Bisogna davvero comprarle così?", è stato il commento postato accanto alla foto sulle delle barrette di cioccolato. I followers della pagina hanno approvato in massa partecipando al moto di ribellione ("Vogliono piazzarci la m... come una roba normale") arrivando persino a chiedersi: "Sono le foto dei futuri terroristi?".

Evidentemente, non hanno riconosciuto i giocatori grazie ai quali, loro stessi, hanno esultato due anni fa al Mondiale, dove la Germania trionfò con una Nazionale multietnica. In rosa erano presenti Ozil, Podolski, Khedira e lo stesso Boateng. Moti di ribellione, ovviamente, ci sono stati anche al contrario, con forti repliche anti-razziste: "Chi si scaglia contro le foto di Boateng e Gündogan non è un nemico degli stranieri, ma un traditore del popolo".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Indagano i carabinieri
CAVA DE' TIRRENI

Lite tra coniugi, morta la moglie

Grave il marito. Da chiarire se sia un caso di omicidio-suicidio o un reciproco accoltellamento
Polizia thailandese
THAILANDIA

Italiano smembrato e dato alle fiamme

La polizia conferma che si tratta di un 62enne di Sondrio. Ricercati l'ex moglie e il suo amante
Abuso su minore
CASSINO

Suicida l'agente penitenziario accusato di abusi alla figlia

La 14enne aveva parlato degli stupri in un tema scolastico
Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan
ELEZIONI 2018

Renzi: "Ho chiesto a Padoan di candidarsi a Siena"

"La partita non si gioca solo sulle coalizioni"
Taxi a Milano
MILANO

Tassista abusivo arrestato per 2 stupri

Sembra che il fermato non abbia precedenti penali
Angela Merkel e Martin Shulz

Grosse Koalition

Sembra tutto pronto per una riedizione della Gross koalition in Germania tra i socialdemocratici del Spd e i...
Paolo Gentiloni
GENTILONI

"I 5 Stelle non avranno mai i numeri per governare"

Il Premier uscente: "Berlusconi non riuscirà ad addomesticare la Lega"
Papa Francesco recita la preghiera dell'Angelus nella Plaza Mayor di Lima Photo © Vatican Media
PAPA IN PERÙ

"Non si può fotoshoppare il cuore perché è lì che si gioca la felicità"

Il Pontefice all'Angelus nella Plaza Mayor di Lima: "Fermare la violenza in Congo"