Botte al compagno autistico: sospeso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Pugni, schiaffi e spintoni. E' questo il trattamento che uno studente di 15 anni ha riservato a un suo compagno di classe autistico. Tutto è nato da un diverbio in classe perché, ostacolato dal ragazzo disabile, il giovane non riusciva ad uscire dall'aula. Tutto al momento è finito con una sberla, soprattutto perché sono intervenute due professoresse – una di sostegno – presenti in classe.

Ma la lite è ripresa all'uscita da scuola, momento in cui la discussione si è riaccesa. Il 15enne ha raggiunto con calci e pugni il suo compagno disabile che è finito al pronto soccorso per le ferite riportate. I genitori hanno sporto denuncia ai carabinieri. 

L'istituto ha deciso di sospendere per 15 giorni l'aggressore dalle attività didattiche, ma non se ne starà a casa con le mani mani. Dovrà infatti recarsi comunque a scuola per seguire, insieme ad un'insegnante di sostegno, un ragazzo disabile di un'altra classe, impiegando il suo tempo a leggere libri e aiutare nello studio l'alunno che affiancherà. Allo stesso tempo, però, rimanendo in classe anche se non la sua, avrà modo di stare al passo con le lezioni. 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.