Artista sposa il suo piumone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Una 49enne inglese, che di professione fa l'artista, il 10 febbraio prossimo convolerà a nozze. Ma giurerà fedeltà eterna non a un'altra persona, bensì a un piumone. La cerimonia è stata organizzata nei minimi dettagli e si terrà al Rougemont Gardens, un bellissimo giardino nella città di Exeter nel Devon.

La cerimonia

“E' la relazione più intima e affidabile che abbia mai vissuto”, ha commentato la donna, che ha pubblicato alcune foto sui social felice e sorridente mentre abbraccia il suo futuro marito. Nel corso della cerimonia non vi sarà alcun riferimento religioso ma soltanto un giuramento simbolico davanti ad un altro artista, mentre gli invitati dovranno presentarsi come se fossero a un pigiama party con tanto di vestaglia, pantofole e tutine. I peluche, ovviamente, sono i benvenuti. Mancherà soltanto il letto su cui appoggiarsi con piumone e pigiama. “Sarebbe meraviglioso se le persone si scrollassero di dosso la tradizionale riservatezza inglese per infilarsi con un po’ di leggerezza un pigiama”, ha concluso la novella sposa.

I precedenti

Non si tratta del primo caso di matrimoni (se così li si vuole chiamare) alquanto pittoreschi. Sempre in Gran Bretagna, nel marzo 2014, una donna ha sposato se stessa. “In questo periodo ho costruito un magnifico rapporto con me stessa ma ero convinta di trovarmi in un momento della mia vita nel quale impegnarmi in una relazione con qualcuno fosse ancora troppo faticoso“, aveva dichiarato. Risale invece al 2015 il matrimonio tra un uomo giapponese e il suo cuscino: gli ha dato anche un nome, Dakimakura. Ancora nel Paese nipponico, pochi mesi fa, un 35enne ha sposato una delle più famose popstar giapponesi, o meglio il suo ologramma. Quest'ultimo non ha alcuna concretezza tridimensionale e canta grazie a un sintetizzatore software conosciuto come “vocaloid”. “Penso a lei ogni giorno, ma ho sposato il suo pupazzo”, le parole del novello sposo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.