L’insolito mezzo per trasportare la droga: arrestati i “furbetti” dello spaccio

Il carico, 30 chili di marijuana, è stato sequestrato. La droga avrebbe fruttato, sul mercato illecito al dettaglio, circa 300mila euro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:18
Marijuana (immagine di repertorio)

Arrestati i furbetti dello spaccio. La Guardia di Finanza ha arrestato in flagranza a Messina due uomini, Francesco Minissale, di 39 anni, e Gregorio Fiumara di 45, per traffico di sostanze stupefacenti. La scoperta è stata fatta nel corso dei controlli effettuati sugli automezzi che sbarcano a Messina provenienti da Villa San Giovanni. E qui è arrivata la sorpresa.

Furbetti scoperti dal cane antidroga

Tra le tante vetture e mezzi di trasporto sbarcati al porto, uno era davvero particolare: l’autoambulanza! Infatti, i militari hanno scoperto i due che viaggiavano a bordo dell’ambulanza con 30 kg di marijuana nascosta all’interno del mezzo.

I militari hanno perquisito il mezzo di soccorso dopo che un cane antidroga ha fiutato qualcosa di sospetto: all’interno del mezzo erano infatti occultate oltre 50 confezioni di marijuana, per un totale di circa 30 chili. La droga avrebbe potuto fruttare, sul mercato illecito al dettaglio, circa 300mila euro. Il carico è stato sequestrato.

Doppiamente furbetti

Ma i furbetti dello spaccio non hanno finito di stupire. Gli investigatori hanno accertato, infatti, che i due arrestati, trasferiti in carcere, oltre a usare l’ambulanza per trasportare droga invece che malati, si “spacciavano” per nullatenenti e percepivano anche il reddito di cittadinanza. Più furbetti di così…

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.