LUNEDÌ 11 MAGGIO 2015, 000:01, IN TERRIS

ALLARME PORN-ADDICTION TRA I GIOVANI ITALIANI

Tra chi abusa patologicamente di materiale hard, la "quota rosa" è in crescita

AUTORE OSPITE
ALLARME PORN-ADDICTION TRA I GIOVANI ITALIANI
ALLARME PORN-ADDICTION TRA I GIOVANI ITALIANI
Un importante studio realizzato dal Dott. Carlo Foresta e recentemente pubblicati sulla rivista americana International Journal of Adolescent Medicin Health svela gli “effetti tossici” della dipendenza da sesso virtuale sui giovani italiani di 18-20 anni. La ricerca evidenzia che ben il 78% dei giovani è un fruitore abituale di siti porno e l’abitudine al collegamento web varia da qualche volta al mese (29%) a più volte a settimana (63%), ogni giorno o più volte al giorno (8%), con una permanenza nei siti in media di 20-30 minuti. Per il 10% la frequentazione di questi siti porno si è trasformata in dipendenza. Le conseguenze patologiche dell’eccessiva masturbazione legata alla visione di scene pornografiche consistono nella riduzione del desiderio sessuale (16%), nell’aumento dell’eiaculazione precoce (4%) e del deficit erettivo (4%).

Solitamente la pornografia e la pratica masturbatoria annessa è quasi sempre attribuita all’universo maschile, ma ulteriori studi hanno smentito anche quest’aspetto. Come rivela Quit Porn Addiction - portale inglese di counselling per chi abusa patologicamente di materiale hard - tra gli utenti che si rivolgono al servizio, la quota rosa è di uno su tre e questo dato è in crescita come spiega il fondatore Jason Dean: “Ci arrivano tante richieste al femminile e la soglia d’età si è abbassata”. Il target è sfaccettato e la compulsione femminile, secondo quanto riferito, ha deragliato su binari inimmaginabili: “Prima le donne cercavano le chat-room dove si interagiva” sottolinea lo specialista. “Ora guardano i porno hardcore proprio come gli uomini”. E rischiano le stesse complicanze maschili.

Dai diversi studi si evidenzia che entrambi i sessi sono a rischio dipendenza da pornografia; per entrambi l’abuso delle immagini porno e l’incremento dell’autoerotismo a scapito della dimensione relazionale e condivisa nel mondo reale, comporta disfunzioni della sfera sessuale e affettiva. Il nodo verrà al pettine, per entrambi i sessi, quando i soggetti porno-dipendenti spengeranno il pc e riprenderanno a vivere la vita reale, con persone in carne e ossa - ma anche cuore, anima e cervello - che non accetteranno mai di essere ridotti a meri strumenti di un godimento egoistico.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
Il Pentagono
USA

Il Pentagono: abbiamo indagato sugli Ufo

Il programma è stato avviato nel 2007 e interrotto 5 anni fa per il blocco dei fondi