DOMENICA 26 MAGGIO 2019, 00:04, IN TERRIS

Allarme: ecco in quanti non hanno risparmi per la pensione

Federal Reserve: un quarto degli americani che lavorano non ha nulla da parte

FC
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Pensionati americani
Pensionati americani
T

anti lavoratori rischiano di non poter percepire la pensione. L'allarme è stato lanciato da tempo, anche in Italia. Ma negli Stati Uniti la situazione non è più confortante, anzi. Un rapporto della Federal Reserve rivela che un quarto degli individui che lavorano non ha nulla da parte, mentre il 44% teme che i risparmi non siano sufficienti. E solo il 61% degli americani potrebbe coprire una spesa inaspettata di 400 dollari con denaro contante, risparmi o carta di credito ma pagando la somma il mese successivo. "Spese relativamente piccole e inaspettate come la riparazione dell'auto o la sostituzione di un elettrodomestico rotto possono rappresentare un disagio per molte famiglie che non hanno adeguati risparmi", osserva il rapporto. Secondo i dati della Fed, inoltre, il 17% delle persone non è in grado di pagare le bollette mensili per intero, e un altro 12% non sarebbe in grado di pagare le bollette se si trovasse di fronte ad una spesa inaspettata di 400 dollari.


La situazione italiana

E in Italia? Un'analisi dell'Osce del 2015 tingeva colori foschi. "In futuro i trattamenti pensionistici saranno più bassi per molti lavoratori e per i più sfortunati tra i pensionati di domani, ovvero quei giovani che non riescono a entrare nel mercato del lavoro, le prospettive sono ancora più fosche”. E ancora: "Nell’ipotesi di un tasso di crescita del Pil dell’1% - si legge nel rapporto -, molti trentenni di oggi dovranno lavorare anche fino a 75 anni". Parole molto simili a quelle pronunciate dall'allora presidente dell'Inps, Tito Boeri: “Se l’economia italiana non cresce almeno dell’1% all’anno e non c’è un processo di maggiore stabilizzazione del lavoro iniziando con prospettive di carriera più lunghe, senza tutte le interruzioni che contraddistinguono spesso i contratti temporanei o precari, ci potrebbero essere problemi molto seri in futuro”.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TREVISO

Morta dopo aver scelto una chemio non invasiva per partorie

La notizia del tumore al seno durante la gravidanza. Le cure meno forti le consentono di diventare madre, ma muore tre mesi dopo
TASSE

Fino al 25 ottobre è possibile integrare il proprio “730”

Nel caso si sia dimenticata una deduzione o una detrazione, si ricorre al modello integrativo. Per i rimborsi o le compensazioni...
La vittima, Melissa Trotter, e a dx Larry Swearingen
USA

Pena di morte, nuova esecuzione in Texas

Le ultime parole del condannato: "Perdonali, non sanno quello che fanno"
L'epicentro del sisma
LAZIO

Terremoto, scossa nel Tirreno vicino Roma

Non sono stati riportati danni a cose e persone né sulla costa né nella Capitale
Ufficio comunale chiuso
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Quota 100: oltre 10mila domande nella Pa

E' boom di richieste di pensionamento ma è allarme "rimpiazzi" in comuni e ospedali
Carabinieri del Ros in azione
GIARDINI NAXOS

Ndrangheta: arrestato il latitante Riitano

Era ricercato per traffico internazionale di stupefacenti ed altro