A Palermo il casco è ancora un optional, multe per oltre 20mila euro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59

Alcuni palermitani sono totalmente anarchici nell’osservare il codice della strada. La cosa più grave è che non ci si rende conto che indossare il casco non è un optional ma un obbligo e che in caso di incidente può salvarti la vita. Per fortuna negli ultimi anni le tantissime iniziative e campagne pubblicitarie sulla sicurezza hanno scosso le coscienze di molte persone che, se prima si domandavano se indossarlo o meno adesso non hanno dubbi.

Oltre a rischiare la vita anche a livello economico il non indossare il casco fa male al portafoglio: a Palermo sono stati sequestrati 29 mezzi, 11 dei quali sottoposti a fermo amministrativo per un totale di 21.500 euro di multe. Controlli che hanno toccato tutti i punti della città, dal centro alle periferie, e hanno visto l’impiego di 26 pattuglie anche a bordo di moto che hanno effettuato posti di blocco. Numeri che hanno messo in evidenza che quasi tutti i centauri che circolano senza casco non si curano nemmeno di assicurare il proprio motociclo per la responsabilità civile costituendo così un pericolo per se stessi e per gli altri.

L’attività di prevenzione continuerà anche nei prossimi giorni e verrà incrementata nel fine settimana. La sanzione amministrativa, ricordano le forze dell’ordine, è di 80 euro con il fermo del mezzo per 60 giorni. Nel caso in cui il mancato uso del casco riguarda un minore trasportato, della violazione risponde il conducente.
E’ il caso di dire che Palermo ci è “cascata di nuovo” e si spera che nel minor tempo possibile tutti i cittadini vengano maggiormente sensibilizzati su questo tema importante.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.