DOMENICA 03 MAGGIO 2015, 000:02, IN TERRIS

Vaccino Aids, ricerca italiana rivela ottimi risultati

Uno studio terapeutico ha dimostrato di potenziare l’efficacia dei farmaci antiretrovirali nei pazienti affetti da Hiv

EDITH DRISCOLL
Vaccino Aids, ricerca italiana rivela ottimi risultati
Vaccino Aids, ricerca italiana rivela ottimi risultati
La lotta all'Aids registra una nuova conquista. Ottimi i risultati della seconda fase di sperimentazione condotta su 168 pazienti seguiti per tre anni consecutivi, in undici centri clinici italiani, del vaccino terapeutico italiano che stimola il sistema immunitario e le "cellule bersaglio" del virus. La ricerca è stata condotta dal direttore del Centro Nazionale Aids dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), Barbara Ensoli, che ha dichiarato: "Abbiamo dimostrato per la prima volta che la terapia antiretrovirale può essere intensificata attraverso un vaccino".

Ora si dovrà verificare se il vaccino, che agisce contro la proteina "Tat", il motore che permette al virus di riprodursi e di diffondere l'infezione, riesce a bloccare la malattia anche in soggetti ancora asintomatici e che non prendono dunque i farmaci antiretrovirali. Già uno studio pubblicato dalla stessa Dott.ssa Ensoli "dimostra che soggetti infettati dal virus Hiv ma ancora asintomatici e che presentano naturalmente anticorpi anti-Tat, progrediscono meno verso la malattia. Gli anticorpi proteggono dunque dalla progressione dell'infezione, e ciò ci induce a pensare che se il vaccino venisse somministrato a tali pazienti asintomatici e non in terapia, anche su di loro si potrebbe avare tale effetto di blocco della malattia". Ma, come ben sottolinea la Dott.ssa: "Ciò deve essere dimostrato e sperimentato su un campione ampio".

Gli ultimi risultati rappresentano comunque un grande passo avanti. "Il vero problema - sostiene il direttore del Centro Nazionale Aids - è che oggi si parla sempre meno di Aids ed i giovani conoscono poco questa patologia". Inoltre i numeri "tristi" della malattia sono ancora altissimi: in Sudafrica, ad esempio sono sei milioni le persone infettate e non tutti riescono a beneficiare delle terapie antiretrovirali. Un elevato numero di casi si registra ancora anche in America.

Per quanto riguarda la commercializzazione del vaccino: "Sarà disponibile solo dopo la fase tre di sperimentazione puntata sull'efficacia - precisa la Dott.ssa Ensoli -, ed il problema anche qui è legato ai fondi necessari per procedere con i trials". E fino a quel momento "la prevenzione deve restare alta, poiché è l'unico modo che abbiamo oggi per bloccare l'epidemia".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
TAGS
aids
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
Il Pentagono
USA

Il Pentagono: abbiamo indagato sugli Ufo

Il programma è stato avviato nel 2007 e interrotto 5 anni fa per il blocco dei fondi