Zelensky al Congresso Usa: “Abbiamo bisogno della no fly-zone”

Le parole del presidente ucraino al Congresso Usa: ribadita la necessità di una no fly-zone sull'Ucraina e la richiesta di maggiori sanzioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:49
Huta 21/12/2021 - guerra in Ucraina / foto Imago/Image nella foto: Volodymyr Zelenskyy ONLY ITALY

Abbiamo bisogno di una no fly-zone“. E’ quanto ha detto il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky parlando al Congresso Usa e ribadendo la necessità di sistemi anti-attacchi aerei agli Stati Uniti. “Serve una no fly-zone sopra l’Ucraina o ci servono aerei, lo sapete, che esistono, ci sono. Voi dite ‘i have a dream’, a voi posso dire ‘I have a need’, quello di proteggere i nostri cieli – ha ribadito Zelensky -. L’Ucraina è grata agli Stati Uniti ma vi chiedo di fare di più per fermare la macchina da guerra della Russia“.

L’11 settembre dell’Ucraina

Nel corso del suo discorso al Congresso Usa, il presidente ucraino Zelensky ha affermato che il suo Paese sta vivendo l’11 settembre da tre settimane. “Abbiamo bisogno di voi ora. Ricordatevi Pearl Harbor, ricordatevi l’11 settembre. Siete stati attaccati dal cielo, noi siamo attaccati dal cielo da tre settimane. Stiamo combattendo per i nostri valori – ha detto – e i valori dell’Europa”.

Più sanzioni alla Russia

L’Ucraina è grata agli Stati Uniti ma vi chiedo di fare di più per fermare la macchina da guerra della Russia. Tutti i politici della Russia dovrebbero essere sanzionati, tutte le aziende americane devono lasciare la Russia. Una no fly zone non è troppo da chiedere, chiudete i porti americani alla Russia”, ha affermato Zelensky.

Le parole rivolte a Biden

Biden, essere il leader del mondo vuol dire essere il leader della pace“, ha detto Zelensky rivolto al suo omologo americano parlando in inglese, poi ha mostrato un video dell’Ucraina sotto le bombe. “Oggi non solo aiutate noi ma anche tutta l’Europa e tutto il mondo ad essere liberi“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.