Uzbekistan, Xi a Putin: “Disposti a fornire un forte sostegno reciproco”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:14

Il presidente Xi Jinping ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin e i leader asiatici a Samarcanda, in Uzbekistan, dove è arrivato ieri sera per partecipare al XXII vertice dei leader della Shanghai Cooperation Organization (Sco), parte della sua prima missione all’estero da gennaio 2020, dall’inizio della pandemia del Covid-19.

Il presidente cinese ha partecipato alla cerimonia di benvenuto organizzata dal padrone di casa, il presidente uzbeko Shavkat Mirziyoyev, in base a quanto riportato dal network statale Cctv.

Xi a Putin: “Disposti a fornire un forte sostegno reciproco”

Il presidente Xi, nell’incontro con la controparte russa, ha detto – nel resoconto dei media ufficiali riportati da Ansa – che “le due parti dovrebbero rafforzare il coordinamento e la cooperazione nei quadri multilaterali (come Sco, Cica e Brics), salvaguardare gli interessi di sicurezza della regione e gli interessi comuni di Paesi in via di sviluppo e mercati emergenti”.

La Cina è inoltre disposta, insieme alla Russia, “a fornire un forte sostegno reciproco su questioni che riguardano i reciproci interessi fondamentali e ad approfondire la cooperazione pratica nel commercio, nell’agricoltura, nella connettività e in altri campi”. Quello odierno è il primo bilaterale tra i due leader dall’invasione di Mosca ai danno dell’Ucraina, partita il 24 febbraio.

Xi incontra il leader asiatici a Samarcanda

Oggi, secondo quanto riportato dai media di Pechino, Xi ha incontrato anche i presidenti turkmeno Serdar Berdimuhamedov e quello kirghiso Sadyr Zhaparov, a cui ha espresso il sostegno per l’indipendenza e la sovranità territoriale del Paese e l’opposizione alle interferenze straniere.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.