Ucraina, Zelensky: “Voglio vedere Putin per una soluzione diplomatica”

L'Ucraina auspica "una mediazione del Vaticano" per arrivare a una tregua e alla pace. Zelensky: "Sono grato a Papa Francesco E' presto per parlare di una sua visita, ma lo aspettiamo"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:30
Volodymyr Zelensky
Il Presidente ucraino, Volodymyr Zelensky

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky durante una conferenza stampa in una stazione della metropolitana di Kiev, ha ribadito che per arrivare a una “soluzione diplomatica” e fermare la guerra serve un incontro tra lui e il leader russo Vladimir Putin. “Dobbiamo cercare di raggiungere questo obiettivo – ha affermato – ma dalla Russia non vediamo questo. Dicono una cosa e poi fanno l’opposto”.

Bucha 04/04/2022 – guerra in Ucraina / foto ufficio stampa Presidente Ucraina/Imago/Image
nella foto: Volodymyr Zelensky ONLY ITALY

La conferenza stampa di Zelensky

Rispondendo a una domanda sui sospetti piani russi di assassinarlo, Zelensky ha detto: “Non ho diritto ad aver paura, perché il nostro popolo ha mostrato di non aver paura di nulla. Resterò a Kiev fino alla fine della guerra”. “Se i militari ucraini ancora a Mariupol verranno uccisi, Kiev abbandonerà i negoziati con la Russia”, ha aggiunto.

L’Ucraina auspica “una mediazione del Vaticano” per arrivare a una tregua e alla pace. “Vogliamo una tregua, e stiamo chiedendo aiuto a tutti, compresa la Santa Sede”, ha dichiarato Zelensky riportato da TgCom24. E ancora: “Sono grato a Papa Francesco per le sue parole e il suo impegno. Vorrei che il Pontefice aiutasse a sbloccare i corridoi umanitari verso Mariupol. E’ presto per parlare di una sua visita, ma lo aspettiamo”.

“Se arrivano armi, respingeremo i russi dal Donbass”

“Vorremmo che lo scenario di Kiev si ripetesse nel Donbass. Ricordo che i carri armati erano alle porte della capitale. In questo momento i russi hanno temporaneamente occupato il Donbass. Ma se arriveranno armamenti adeguati, il Donbass può tornare nelle nostre mani. Stiamo respingendo l’attacco di un potente esercito”.

Donestk 05/04/2022 – guerra in Ucraina / foto Imago/Image
nella foto: missile ONLY ITALY

“La Nato – ha proseguito – ha compiuto un errore strategico con l’Ucraina. Se fossi stati parte dell’Alleanza la Russia non ci avrebbe aggredito”. Zelensky ha poi annunciato che domenica il segretario di Stato americano, Antony Blinken, sarà in visita a Kiev.

I bambini ucraini deportati in Russia, secondo il presidente ucraino, sono circa 5mila. “I numeri sono tragici e quelli che abbiamo sono approssimativi”, ha detto. “Crediamo che mezzo milione di persone sia stato deportato dai territori occupati”, ha continuato.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.