Ucraina: i russi ritirano le truppe dalla regione di Zaporizhzhia

Oggi, di ritorno da una ispezione sul campo, il Presidente Zelensky è rimasto coinvolto in un incidente stradale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:22
Centrale Zaporizhzhia

Il conflitto in Ucraina giunge al 204esimo giorno. I russi, secondo Kiev, avrebbero “ritirato truppe ed equipaggiamenti da molti villaggi e città vicini alla linea di contatto nella regione di Zaporizhzhia”, dove è ubicata un’importante centrale nucleare.

I russi ritirano le truppe dalla regione di Zaporizhzhia

“Gli occupanti hanno ritirato truppe ed equipaggiamenti da molti villaggi e città vicini alla linea di contatto nella regione di Zaporizhzhia“, ha detto stamane il vice del Consiglio regionale, l’ucraino Sergiy Lyshenko.

“A Dniprorudny sono rimaste solo le forze della polizia che collabora con i russi. Soldati ed equipaggiamento sono stati trasferiti a Vasylivka, nell’Ucraina sud-orientale”, ha affermato, senza specificare se la centrale nucleare sia stata liberata o meno.

La centrale è inattiva dallo scorso 11 settembre, quando l’agenzia nucleare statale ucraina, Energoatom, ha annunciato lo spegnimento definitivo del sesto e ultimo reattore ancora attivo.

Filorussi: “Respinto sbarco di truppe ucraine nel Sud”

L’intero perimetro del Kinburn Spit sul Mar Nero, dove le truppe ucraine hanno cercato di sbarcare, è controllato, non c’è possibilità di passare. Lo ha detto Kirill Stremousov, uno dei leader imposti dalla Russia nella regione occupata di Kherson.

Kinburn Spit si trova tra l’estuario di Dnieper-Buh e la baia di Yahorlyk, nel distretto meridionale di Mykolaiv. “Il tentativo di sbarco è stato esclusivamente sul Kinburn Spit, ma è stato respinto, gli ucraini non hanno alcuna possibilità di entrare nella regione di Kherson”, ha affermato.

Nuovo attacco russo alla città natale di Zelensky

L’esercito russo ha bombardato per la seconda volta oggi la città natale del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Kryvyi Rih, nella regione di Dnipropetrovsk. Lo rende noto Oleksandr Vilkul, capo dell’amministrazione militare-civile che invita a rimanere “nei rifugi e a non filmare o pubblicare nulla sui social network”. Lo riporta l’Ukrainska Pravda.

Zelensky coinvolto in un incidente d’auto

Nelle prime ore di oggi, 15 settembre, di ritorno da una ispezione sul campo, il Presidente Zelensky è rimasto coinvolto in un incidente stradale. Lo ha annunciato il portavoce del capo dello Stato, Sergii Nikiforov, precisando che Zelensky non ha riportato ferite gravi. Il presidente ucraino era di ritorno a Kiev da Izium, nella regione di Kharkiv, teatro della recente controffensiva dell’esercito ucraino, quando un’auto civile ha investito il convoglio del presidente alle porte di Kiev. Il conducente dell’auto avrebbe ricevuto assistenza medica dalla scorta di Zelensky.

Onu, Guterres: “Siamo ancora lontani dalla pace”

“Ho la sensazione che siamo ancora lontani dalla pace in Ucraina, mentirei se dicessi che può accadere a breve”. Lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ribadendo che le possibilità di un accordo “ora sono minime”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.