Ucraina, Medvedev: “Terza guerra mondiale se la Nato invade la Crimea”

Zelensky ha definito l'attacco a centro commerciale di  Kremenchuk "uno degli atti terroristici più spudorati nella storia europea"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:33
Dmitrij Anatol'evič Medvedev

La guerra in Ucraina è giunta al suo 125esimo giorno. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu si riunirà per discutere degli ultimi raid russi. L’Ucraina ha accusato la Russia di prendere di mira deliberatamente i civili, con il presidente Volodymyr Zelensky che ha definito nel suo messaggio serale su Telegram l’attacco a centro commerciale di  Kremenchuk “uno degli atti terroristici più spudorati nella storia europea”.

Medvedev: “Se la Nato tenta di invadere la Crimea sarà la Terza guerra mondiale”

“Qualsiasi tentativo di invadere la Crimea equivarrebbe a una dichiarazione di guerra contro la Russia. Se uno Stato membro della Nato facesse una tale mossa, porterebbe a un conflitto contro l’intera Alleanza dell’Atlantico del Nord: alla Terza guerra mondiale, a un disastro totale”. Lo ha detto il vicecapo del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev, intervistato dai media di Mosca.

Mosca: armi da Usa a Ucraina aumentano rischi escalation

“Le continue consegne di armi da Washington a Kiev non fanno altro che inasprire la spirale del conflitto e aumentare la minaccia di un ulteriore aggravamento con conseguenze imprevedibili”. Lo ha affermato l’ambasciatore russo negli Stati Uniti Anatoly Antonov, secondo quanto riporta la Tass.

Salgono a 18 le vittime dell’attacco al centro commerciale di Kremenchuk

E’ salito a 18 il numero delle vittime dell’attacco missilistico al centro commerciale di Kremenchuk, in Ucraina. Lo riporta la Bbc. Secondo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky circa mille civili si trovavano all’interno dell’edificio al momento dell’attacco.

G7: “Attacco a Kremenchuk è “crimine di guerra”

L’attacco missilistico russo su un affollato centro commerciale nell’Ucraina centrale, che ha ucciso 18 persone, è stato definito dai leader del G7 “un crimine di guerra” in un incontro in Germania dove hanno cercato di rafforzare le sanzioni contro Mosca. “Gli attacchi indiscriminati a civili innocenti costituiscono un crimine di guerra”, hanno affermato in una dichiarazione che condanna l'”attacco abominevole”.

Macron: “Raid a Kremenchuk è un abominio”

Il presidente francese Emmanuel Macron ha definito il raid russo contro un centro commerciale a Kremenchuk “un abominio”. Scrivendo su Twitter, Macron ha affermato di “condividere il dolore delle famiglie delle vittime, e la loro rabbia di fronte a una tale atrocità. Il popolo russo deve vedere la verità”. Il presidente ha accluso al tweet le immagini del rogo che ha seguito la devastazione causata dai missili russi.

Biden: “Attacco russo al mall crudele e atroce”

“L’attacco della Russia sui civili nel centro commerciale” in Ucraina “è crudele. Siamo a fianco del popolo ucraino”. Lo ha affermato il presidente Usa Joe Biden, sottolineando che gli Stati Uniti insieme ai partner e agli alleati “continueranno a ritenere responsabile la Russia di queste atrocità”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.