Tac all’avanguardia a Camerino, mons. Massara: “Il bene può essere contaminante”

Il macchinario è stato donato dalla Fondazione Andrea Bocelli. Mons. Massara: "Ora necessario aumentare il personale sanitario"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:13

Una nuova tac all’avanguardia – una delle 4 presenti in tutte le Marche – è stata la “protagonista” delle cerimonia di inaugurazione che si è svolta all’ospedale di Camerino alla presenza di Veronica Berti Bocelli, Laura Biancalani e i vertici dell’Andrea Bocelli Foundation, il presidente della Regione Luca Ceriscioli, la direttrice generale Asur Nadia Storit, il direttore di area vasta Alessandro Maccioni, le autorità di Camerino, il sindaco Sandro Sborgia, il rettore Unicam Pettinari, il vescovo Francesco Massara. A riportare la notizia è il quotidiano cronachemaceratesi.it.

Il nuovo macchinario

“E’ uno strumento all’avanguardia che può offrire un grande servizio non solo per la città di Camerino, ma per tutto il territorio e anche per le Marche”, ha evidenziato mons. Francesco Massara, vescovo della diocesi di Camerino San Severino e Fabriano Matelica. La tac è stata donata all’ospedale dalla Fondazione Andrea Bocelli, grazie all’impegno dei dipendenti del gruppo Generali che hanno donato 10mila ore di lavoro. Mons. Massara, intervistato telefonicamente da Interris.it, ha voluto sottolineare la grandezza del gesto: “Un grande segno di solidarietà, molto importante per il territorio. Ma non basta avere solo presenza di macchinari così preziosi. E’ necessario aumentare il personale medico e infermieristico, di fondamentale importanza affinché un ospedale possa essere efficiente e rispondere adeguatamente alle esigenze di tanti cittadini”. Il vescovo di Camerino ha voluto fare un esempio: “Senza personale medico, sarebbe come avere in mano una Ferrari, ma non avere né i piloti né l’officina per riparare la macchina“.

I ringraziamenti alla Fondazione Bocelli

Mons. Massara, dopo aver sottolineato l’importanza di questo gesto, ha voluto ringraziare la Fondazione Andrea Bocelli perché “non è la prima volta che dà attenzione al nostro territorio. Lo ha già fatto con le scuole di Muccia, Sarnano e Camerino – ha detto -. Dobbiamo loro un grande grazie. Questo è segno che il bene può coinvolgere tante persone ed essere contaminante“.

Gli auguri di Interris a mons. Massara

Il direttore don Aldo Buonaiuto e la redazione di Interris.it colgono l’occasione per fare tanti auguri a mons. Francesco Massara che oggi compie gli anni. Pochi giorni fa, il Santo Padre lo ha nominato Vescovo della Diocesi di Fabriano-Matelica (in provincia di Ancona) S.E. Mons. Francesco Massara, Arcivescovo di Camerino-San Severino Marcheunendo le due sedi in persona Episcopi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.