Speranza: “Il Green Pass consente di tenere aperte le attività”

Il ministro della Salute è intervenuto alla presentazione del Rapporto Nazionale sull'Uso dei Farmaci in Italia realizzato da Aifa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:14
Il ministro della Salute, Roberto Speranza

“Siamo dentro una stagione epidemica in cui non possiamo abbassare la guardia o ridurre i livelli di attenzione e cautela, perché i numeri del Covid che ci vengono segnalati dalla stragrande maggioranza dei paesi europei e dalle regioni sono nuovamente in crescita. L’Italia sta provando a mettere in campo una strategia di contenimento del virus in questa fase, che è diversa rispetto alle precedenti per un elemento di fondo. La fase 2 del Covid vede, infatti, una significativa presenza di vaccini a disposizione”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo alla presentazione del Rapporto Nazionale sull’Uso dei Farmaci in Italia realizzato dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).

Speranza: “Già stati scaricati 40 milioni di green pass”

“Il paese sta facendo un salto sul terreno di intercettare le potenzialità dell’epoca digitale: ieri alle 7 di mattina erano già stati scaricati 40 milioni e 66mila certificati verdi digitali o green pass, numero enorme che mostra come il Paese sulla sfida del digitale è impegnato fino in fondo”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza alla presentazione del Rapporto Nazionale sull’Uso dei Farmaci in Italia.

Speranza: “Green pass consente di tenere aperte le attività”

“Ieri è stata una giornata importante per il nostro paese. Il governo ha fatto scelte impegnative nei confronti dei nuovi parametri per la colorazione delle regioni“, ma anche “perché abbiamo voluto rafforzare lo strumento del green pass. L’alternativa sarebbero misure più diffuse e generalizzate, mentre il green pass è un’opzione che ci consente di mantenere aperte le attività“. “Il green pass – conclude – è un tentativo intelligente di provare a gestire questa fase diversa”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.