Sparatoria Illinois: visita a sorpresa di Kamala Harris. Killer accusato di 7 omicidi

Il medico legale ha identificati sei delle sette vittime della sparatoria in Illinois, oltre a una trentina di feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:17

Visita a sorpresa di Kamala Harris ad Highland Park, la città della sparatoria alla parata del 4 luglio. Lo riferiscono i media Usa. La vicepresidente si è diretta sul luogo della strage dopo aver parlato ad un evento a Chicago, chiedendo al Congresso di “avere il coraggio” di bandire le armi d’assalto e di “mettere fine alla protezione” dei produttori di armi. Ad attendere la numero due di Joe Biden, la sindaca Nancy Rotering e alcuni parlamentari dell’Illinois.

Killer accusato di 7 omicidi in primo grado

Robert E. Crimo IIIil ragazzo che sparò sulla folla durante la parata del 4 luglio – è stato accusato di sette omicidi di primo grado, “accuse che garantiranno una condanna a vita senza possibilità di libertà condizionale”: lo ha annunciato Eric Rinehart, attorney statale della conte di Lake, teatro della sparatoria durante la parata del 4 luglio. Il procuratore ha preannunciato “molte altre accuse”, anche per i tentati omicidi e le vittime psicologiche, e chiederà che il giovane sia detenuto senza possibilità di rilascio su cauzione.

Sparatoria in Illinois: identificate 6 delle 7 vittime

Un nonno in sedia a rotelle che non voleva andare alla parata del 4 luglio, una fedele ebrea che lavorava in sinagoga, un ottantottenne consigliere finanziario che continuava ogni giorno a prendere il treno per andare a lavorare nel suo ufficio a Chicago: sono alcune delle storie delle sette vittime della strage di Highland Park, in Illinois.

Il medico legale ne ha identificati sei, tutte persone tra i 35 e gli 88 anni, oltre a una trentina di feriti. Il più vecchio, Nicolas Toledo-Zaragoza, non desiderava andare alla parata ma, costretto su una sedia a rotelle, non poteva essere lasciato solo a casa perché i suoi parenti non volevano rinunciare alle celebrazioni. È stato colpito tre volte dai proiettili del killer. Feriti anche il nipote e il figlio che erano accanto a lui ma non in modo grave. L’anziano si era trasferito a Highland Park alcuni mesi fa dal Messico, su insistenza dei famigliari. Jacquelyn Sundheim, per tutti ‘Jacki’, 63 anni, è ricordata come una donna solare che coordinava eventi in sinagoga, dove faceva un po’ di tutto. Stephen Straus, due figli e quattro nipoti, sfidava i suoi 88 anni salendo in treno ogni mattina per andare a lavorare nella sua società di broker a Chicago, come racconta la nipote Cynthia, rievocando i suoi modi gentili e il suo sense of humor.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.