Sgomberate le ville dei Casamonica a Roma. Lamorgese: “Liberazione conferma presenza dello Stato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00
Una delle ville confiscate ai Casamonica (Fonte: Viminale)

Questa mattina, i Carabinieri del Gruppo di Frascati sono intervenuti a Roma, in via Caldopiano, per sgomberare un complesso residenziale di circa 3.000 mq, comprendente 2 villette unifamiliari e 1 villetta bifamiliare, riconducibile al clan dei Casamonica.

Il clan dei Casamonica

Il clan dei Casamonica è un’organizzazione criminale mafiosa presente a Roma e operante nell’area di Roma, dei Castelli Romani e del litorale laziale. Gli apaprtenenti sono quasi tutti di lontane origini sinti. Numerose le operazioni contro il clan messe a segno dalle forze dell’ordine nel 2019 e nel 2020, con decine di arresti, sequestri e demolizioni di beni riconducibili al clan.

Il sequestro odierno

Sul posto è giunto il personale dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e dell’Agenzia del Demanio che, una volta entrata in possesso dei beni immobili, li darà in uso all’Arma dei Carabinieri.

Dopo le opportune riunioni presso la Prefettura di Roma, per le operazioni di sgombero hanno operato circa 50 Carabinieri e agenti della Polizia Locale di Roma Capitale che hanno anche attivato i servizi sociali per alcuni degli occupanti sine titulo.

Valore sociale del sequestro

L’operazione è scattata dopo un’attenta pianificazione sviluppata nei giorni scorsi nell’ambito del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto di Roma Matteo Piantedosi.

Il complesso immobiliare, già oggetto di confisca, verrà destinato al Comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri. L’assegnazione all’Arma dei Carabinieri – sottolineano fonti della Prefettura riportate da Ansa – “assume un alto valore poiché garantisce l’utilizzo del bene per finalità istituzionali e al contempo, nell’elevare lo stesso a presidio di legalità sul territorio, riafferma con forza la presenza dello Stato nei luoghi sottratti alla criminalità organizzata”.

“A tutela legalità. Importante sinergia tra Amministrazioni”

“Questa operazione testimonia ancora una volta l’importanza della sinergia tra le Amministrazioni che è in grado di garantire la conservazione dei beni confiscati ed il loro immediato utilizzo, realizzando incisive azioni nelle periferie a tutela della legalità”. Così in una nota il Direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Bruno Corda e il Prefetto di Roma Matteo Piantedosi in merito allo sgombero.

Lamorgese: “Liberazione conferma presenza Stato”

“Grande soddisfazione per l’operazione di sgombero di questa mattina, condotta dall’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e dalla Prefettura di Roma, che ha portato alla liberazione di un ampio complesso immobiliare confiscato e riconducibile al sodalizio criminale dei Casamonica”. Lo ha dichiarato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

“La liberazione di questi immobili riafferma la presenza dello Stato in luoghi con una forte influenza criminale ed è particolarmente significativo che gli stessi siano contestualmente assegnati all’Arma dei Carabinieri, consentendo così di rafforzare i presidi di legalità sul territorio”, ha aggiunto la titolare del Viminale.

Gualtieri: “Bene liberazione degli immobili”

Non si sono fatti attendere i commenti della politica. “La liberazione degli immobili di via Caldopiano appartenenti alla famiglia Casamonica e la loro assegnazione ai Carabinieri sono due notizie importantissime per il VII Municipio e per tutta Roma. Ringrazio le forze dell’ordine e rivolgo un plauso per questo intervento che contribuisce a ripristinare la presenza dello Stato in un territorio infiltrato dalla criminalità e a riaffermare la legalità”, ha scritto su Facebook il neo sindaco di Roma, Roberto Gualtieri.

Zingaretti: “Bene sgombero villette clan mafiosi”

“Bene lo sgombero delle villette dei clan mafiosi a Tor Bella Monaca, che si aggiungono agli appartamenti liberati ieri e agli allacci abusivi interrotti nello stesso quartiere grazie al lavoro di Ater e Regione Lazio. Un’altra vittoria della legalità a Roma, grazie alla Prefettura e alle Forze dell’Ordine”. Lo ha scritto sulla pagina Facebook il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. 

Salvini: “Ai carabinieri le villette sgomberate, ottimo!”

“In corso lo sgombero di alcune villette a Roma strappate ai Casamonica e che saranno destinate all’Arma dei Carabinieri. Ottima notizia. Grazie alle forze dell’ordine e al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica: sono donne e uomini che meritano di essere aiutati e difesi e non certo abbandonati”, ha commentato a sua volta il leader della Lega, Matteo Salvini.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.