Serie A: il Milan resta primo, continua il volo del Sassuolo. Bene Roma e Inter

Gli uomini di De Zerbi sbancano il Bentegodi: 2-0 all'Hellas e primato provvisorio. La Roma ne fa 3 al Parma, i nerazzurri in rimonta col Toro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:21

Lassù, dove tutto è più bello, rimane il Milan che sbanca il San Paolo e rimane solitario al comando della classifica. Contro il Napoli, decide una doppietta del sempre eterno Zlatan Ibrahimovic e un gol di Hague in pieno recupero, dopo il momentaneo 1-2 di Mertens. Prima una capocciata imperiale dopo un cross al bacio di Theo, con Koulibaly sorpreso dallo stacco imperioso dello svedese. Poi nella ripresa altro cross di Rebic e tap in di Ibra che poi si vede annullare il terzo gol per una posizione irregolare. In mezzo due ghiottissime occasioni per il Napoli, la parata mostruosa di Donnarumma su Mertens, poi la tripla occasione con la traversa a botta sicura di Di Lorenzo. La riapre Mertens, la chiude nel recupero Hauge. Vittoria che legittima il primato rossonero e il +2 sulla rivelazione Sassuolo con la banda De Zerbi che passa per 2-0 a Verona, mentre il Napoli si fa agganciare a quota 14 da Atalanta e Lazio.

Il Sassuolo corre

Bellissima realtà quella di De Zerbi che gioca un calcio semplice, pulito, che sfrutta appieno le qualità dei calciatori in rosa e ne esalta le potenzialità. Come Berardi e Locatelli che molto bene si sono comportati anche in nazionale, oltre a quel Boga che già dallo scorso anno è nel mirino delle big del campionato. Al Bentegodi contro il Verona, decidono i gol di Boga e Berardi. 

Miki-Borja, la Roma va

Alle spalle dei neroverdi emiliani,  sale la Roma che si prende in solitaria il terzo posto. Netta la vittoria dei giallororossi che all’Olimpico hanno travolto il Parma dell’ex Gervinho. E’ finita 3-0, per effetto della prima rete in campionato di Borja Mayoral e della doppietta del sempre più decisivo Mkhitaryan. Gioca e si diverte la Roma di Fonseca, che a dispetto di tante assenze Covid, continua a regalare spettacolo e gol.

Al quarto posto sale la Juve, che ieri sera nel suo Stadium ha infilato il Cagliari grazie alla doppietta del ritrovato Cristiano Ronaldo. Proprio la stella portoghese, prende per mano i suoi, confeziona una vittoria importante e si riprende la vetta della classifica marcatori insieme a Ibrahimovic.

Gli altri match

Scendendo in classifica, mezzo passo falso dell’Atalanta che a Cesena contro lo Spezia non va oltre lo 0-0 mancando l’aggancio ai quartieri aristocratici. Cosa che non si è fatta sfuggire la Lazio che è stata più forte del maltempo, ed ha piegato a domicilio il Crotone con Immobile e Correa, salendo al settino posto, con 14 punti. Vince in rimonta l’Inter che dopo un’ora di gioco era sotto a San Siro contro il Torino per 2-0. Granata avanti con Zaza e Ansaldi su rigore. Poi è uscita fuori la formazione di Conte con Sanchez, Lukaku (doppietta) e Lautaro Martinez per il definitivo 4-2 che piazza i nerazzurri all’ottavo posto.

Stecca invece la nuova Fiorentina di Cesare Prandelli che esordisce al Franchi con una sconfitta contro il Benevento che scavalca i viola. Vittoria esterna anche per il Bologna che in rimonta passa a Marassi sponda Samp dopo essere andata sotto dopo pochi minuti. Al gol doriano di Thorsby, rispondono Regini e Orsolini che mandano in paradiso Mihajlovic e all’inferno Ranieri. E stasera al San Paolo, un Napoli-Milan con tanto profumo di scudetto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.